La versione pomeridiana de "Il Paradiso delle signore", arrivata alla sua seconda stagione continua a mietere grandi successi in termini di ascolti, ma l‘emergenza coronavirus ha bloccato le riprese della fiction, arrivando a 135 episodi sui 160 previsti per questo secondo capitolo della storia. L'ultima puntata inedita andrà in onda venerdì 24 aprile, al solito appuntamento, ma i protagonisti non escludono che appena sarà possibile, possano ritornare a girare sul set.

L'ultimo episodio di venerdì 24 aprile

Lo stop alle riprese si è verificato poco prima che la troupe portasse a termine gli ultimi episodi, di fatti gli sceneggiatori non hanno bloccato l'attività di scrittura che consentirà a tutti di riprendere il lavoro, non appena sarà possibile,  in tempi brevi. L'obiettivo è tornare al più presto nelle case degli italiani, puntando tutto sulla terza stagione che, con molta probabilità, confermerà il successo de Il Paradiso delle Signore Daily, che in quest'anno ha conquistato una media di 1.9 milioni di telespettatori nel pomeriggio di Rai1, raggiungendo anche il 19% di share: un vero successo. Il 24 aprile andrà in onda l'ultimo episodio di questa seconda stagione, dedicato alla liberazione di Milano nel 1945, quando tutti i cittadini si riversarono in strada dopo gli anni bui della guerra, nonostante tutta la narrazione della fiction sia incentrata sul cosiddetto boom economico che interessò gli Anni Cinquanta. Da lunedì 27 aprile, invece, andranno in onda le repliche.

Il direttore di Rai Fiction promette una terza stagione

Ad elogiare il progetto, spendendo parole di soddisfazione per il successo ottenuto in questi anni è Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, la prima ad augurarsi che le riprese possano iniziare quanto prima, rassicurando il pubblico sul fatto che gli addetti ai lavori, sebbene la fiction sia ferma, non abbiano smesso di creare intrecci da raccontare:

È una bella Italia quella che racconta e continuerà a raccontare Il paradiso delle signore. Le donne e gli uomini di un Paese forte di sé, proiettato in avanti e aperto alla speranza. In questa serie il pubblico ha trovato un luogo del desiderio, nella sua ricchezza ed energia, e vi si è rispecchiato. Ed è stata una felice conferma dell’ispirazione che sempre anima il nostro lavoro: trovare una sintonia con chi ci guarda, tradurre in una narrazione il bisogno di un immaginario radicato nella contemporaneità, anche quando torna indietro nel tempo e vi ritrova come nel Paradiso lo slancio e la voglia di crescere e migliorare. Vogliamo rassicurare gli spettatori, Il paradiso delle signore si prende solo una pausa dettata dalle necessità dell’oggi. La scrittura continua e Rai Fiction, il produttore i registi, gli attori, non vediamo l’ora di riportare nelle case i personaggi che il pubblico ha così felicemente accolto.