video suggerito
video suggerito

Il nostro piccolo grande amore, Bill: “Ho sofferto di depressione, ho pensato al suicidio”

Bill Klein è stato vittima di bullismo e ha sofferto di depressione durante gli anni degli studi. Arrivò anche a pensare al suicidio. Per fortuna, però, è riuscito a trovare la forza di rialzarsi e costruire quella vita serena che oggi vive con Jen Arnold e i piccoli Will e Zoey.
A cura di D.S.
1.060 CONDIVISIONI
Immagine

Oggi appaiono sul piccolo schermo, felici e incredibilmente coraggiosi. La vita, però, non è sempre stata gentile con loro. In un'intervista rilasciata il 26 maggio, a HuffPost Live, Bill Klein del docu-reality Il nostro piccolo grande amore, ha svelato un triste retroscena del suo passato. L'uomo ha spiegato di aver lottato a lungo contro la depressione. Quel male oscuro aveva annebbiato la sua mente, tanto da portarlo a contemplare l'idea di suicidarsi. La coppia ha raccontato questo e altri retroscena della loro vita nel libro "Life Is Short (No Pun Intended): Love, Laughter, and Learning to Enjoy Every Moment".

Durante il processo di scrittura, entrambi si sono concessi lunghe chiacchierate con i genitori e i parenti più stretti per ricordare episodi della loro infanzia, ormai rimossi. Per i fan della serie tv è una chicca da non perdere. Tra le pagine, ritroveranno anche il racconto del primo incontro di Bill e Jen che è avvenuto quando i due avevano solo 10 anni. Si incontrarono nello stesso reparto di ospedale. Una volta cresciuti, poi, si ritrovarono online ed iniziarono ad uscire insieme. L'infanzia di Bill Klein non è stata facile:

"Sono stato vittima di bullismo diverse volte".

Una volta all'università, poi, si è ritrovato a lottare contro la depressione e il pensiero di farla finita:

"All'università ho raggiunto il livello più alto della depressione e lì mi sono ritrovato a pensare al peggio".

Poi, però, ha trovato la forza di affrontare la sua condizione e andare avanti:

"Da allora, le cose sono molto cambiate per me, la mia vita è migliorata di anno in anno. Ho dovuto subire dei colpi lungo la strada, ma spero di insegnare ai miei figli ad affrontare, meglio di come abbia fatto io, le persone su cui non puoi avere alcun controllo".

Non è un caso, infatti, che Will sia stato iscritto ad un corso di Karate, proprio per permettergli di sapersi difendere nel caso venisse preso di mira dai bulli.

1.060 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views