Rai1 fa flop assoluto con La Traviata con la regia e le scene di Franco Zeffirelli, condotta da Antonella Clerici e Vittorio Grigolo, e offre ampio margine alla rete concorrente, Canale 5 appunto, che con il ritorno de La sai l'ultima? condotto da Ezio Greggio ha totalizzato quasi 3.5 milioni di telespettatori. Roba che nemmeno più i reality show. Le lamentele di chi, puntualmente, reclama la presenza della ‘cultura' in tv, a discapito della qualità e dell'offerta delle reti generaliste, sembra non riscontrare il gusto e il volere popolare, in senso lato. A meno che non sia Alberto Angela con i suoi speciali Le meraviglie d'Italia, la tv arranca ancora molto quando sul piccolo schermo si tenta di portare un prodotto che abbia un'identità culturale decisamente più elevata.

È così che Rai1 con La Traviata zeffirelliana, che ha visto in scena Daniel Oren, Aleksandra Kurzak (Violetta), Pavel Petrov (Alfredo) e Leo Nucci (Germont), totalizza solo 1.927.000 spettatori, pari al 12.5% di share; mentre su Canale 5 La Sai l’Ultima? ha catalizzato l'attenzione di 3.474.000 spettatori pari al 21.1% di share, in un momento storico in cui anche grandi colossi di rete, come Barbara D'Urso e Gerry Scotti, devono inventarsene di ogni per salire sopra i tre milioni. Su Rai2 l’incontro Under 21 Francia-Croazia ha ottenuto un risultato pari a 1.219.000 spettatori, per il 6.4% di share. Su Rai3 La Grande Storia ha totalizzato 894.000 spettatori pari ad uno share del 4.8%.

Su Italia 1 Battleship ha chiuso la sua serata con 1.062.000 spettatori, per il 6.1% di share. Su Rete4 il film Changeling, con Angelina Jolie nel ruolo di una madre alla disperata ricerca del suo vero figlio, ha ottenuto un risultato pari a 878.000 spettatori con il 5.4% di share. Su La7 il best of di Propaganda Live ha totalizzato 505.000 spettatori con uno share del 3.5%. Su TV8 La Notte dei Record ha raggiunto solo 291.000 spettatori, con 1,7% di share, e infine su Nove l’incontro di Nations League Italia-Serbia ha chiuso con 324.000 spettatori, parimenti per l'1.7% di share totali.