"Ballando con le stelle" prenderà il via il prossimo 30 marzo 2019 in quella che sarà la sua quattordicesima edizione. Il blog di Davide Maggio ha svelato in anteprima il cast per intero. Tante sorprese così come tante conferme, come quelle di Suor Cristina Scuccia e del deputato Antonio Razzi. Ma ci sono anche tantissime sorprese: l'ex calciatore Dani Osvaldo, l'attrice Manuela Arcuri, l'attore Enrico Lo Verso e la storica spalla di Paolo Villaggio e Lino Banfi, Milena Vukotic.

Tutto il cast di di Ballando con le stelle 2019

Parteciperanno alla 14esima edizione di Ballando con le stelle (in ordine alfabetico): Manuela Arcuri, Ettore Bassi, Nancy Brilli, Marco Leonardi, Enrico Lo Verso, Lasse Matberg, Dani Osvaldo, Angelo Russo, Suor Cristina Scuccia, Two Twins, Milena Vukotic.

Le grandi novità

Angelo Russo è il Catarella di Montalbano mentre i Two Twins sono due gemelli che arrivano dal mondo della moda. C'è anche il giovanissimo youtuber Marco Leonardi, youtuber giovanissimo e figlio d'un mafioso. Incuriosce la presenza di un attore del calibro di Enrico Lo Verso, attore feticcio di Gianni Amelio, da "Lamerica" a "Così ridevano". Anche l'ingresso nel cast di Milena Vukotic, la grandissima Pina della serie "Fantozzi" nonché Enrica ne "Un Medico in Famiglia", viene visto con grandissimo piacere e curiosità allo stesso tempo.

Dani Osvaldo, il bad boy del calcio

Dani Osvaldo è l'ex bad boy del calcio italiano. Ci ha fatto sognare con le sue rovesciate con le maglie di Roma, Juventus, Inter, Fiorentina e con quelle della nazionale italiana, ma ha lasciato il calcio troppo presto per rincorrere il suo sogno di diventare una rockstar. Vedremo se riuscirà a cavarsela anche come ballerino.

Antonio Razzi, basta la parola

Antonio Razzi si conferma uomo politico prestato allo spettacolo (o viceversa?). Dopo "Razzi Vostri" sul Nove, torna in televisione come concorrente a "Ballando con le stelle". Può farlo in virtù del fatto che i suoi impegni politici sono terminati con la fine della scorsa legislatura, il 22 marzo 2018. È certamente una delle scelte più singolari fatte quest'anno da Milly Carlucci e dai suoi autori.