Il premio più noto della televisione commerciale italiana, corredato da uno degli eventi più glamour dello spettacolo, è stato per anni la cerimonia dei Telegatti. Da ormai un decennio la celebre premiazione, gestita dallo storico settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, non è stata più organizzata.

La storia dei Telegatti

Dal 1971 ogni anno i lettori della rivista erano chiamati a scegliere quale tra i programmi e i personaggi della stagione televisiva fossero i migliori, chi era stato decretato vincitore avrebbe ricevuto la statuetta placcata in oro zecchino che prese il nome di Telegatto. Questa cerimonia che prese il nome di Gran Premio Internazionale dello Spettacolo dopo anni di edizioni all'insegna del successo e dell'attenzione del pubblico, nel 2005 fu momentaneamente sospesa, per poi tornare nel 2006 con un'edizione rinnovata nella quale il premio veniva assegnato non solo ai programmi e personaggi televisivi, ma anche ad icone del cinema, dello sport. Al 2009 risale l'ennesimo rimando della trasmissione, che da quel momento non fu più realizzata.

L'atteso ritorno

Il 12 Marzo del 2018 il direttore della rivista, Aldo Vitali, comunicò un ipotetico ritorno della manifestazione, a Milano, diversamente dagli ultimi anni in cui si era svolta a Roma, per il mese di ottobre e presentata da Carlo Conti. Il volto di Tv Sorrisi e Canzoni ha dichiarato ultimamente in un'intervista a Radio Campus, nel programma Gli Acchiappafantasy condotto da Andrea Lupoli, Camilla Vitanza e Piercarlo Fabi:

Ci stiamo lavorando già da un anno. Tv, Sorrisi e Canzoni è sempre stato un giornale innovatore che per primo ha inserito insieme ai programmi televisivi i testi delle canzoni, i palinsesti della tv private e tante altre cose, i Telegatti che sono da 10 anni in ‘frigo' devono tornare in una versione che sia attuale con i tempi e possibilmente innovativa

Si era ipotizzato un possibile ritorno dei Telegatti in una versione completamente nuova e lontana dalla canonica, ovvero in streaming, ma Vitali continua accennando quali siano i progetti che il team della rivista sta sviluppando: "vogliamo tornare molto presto con una versione che sia degna della tradizione altissima dei Telegatti ma che allo stesso tempo dia quell'elemento di novità ma soprattutto di contemporaneità che ha sempre avuto, ci siamo quasi". Non resta, quindi, che aspettare l'annuncio ufficiale.