Le ultime notizie sull'emergenza coronavirus, con l'estensione della zona rossa in tutta Italia, continuano a provocare effetti sulla televisione, determinando lo stop di diversi programmi cardine delle programmazioni quotidiane. Dopo lo stop a Porta a Porta, che ha generato la reazione polemica di Bruno Vespa, è notizia di queste ore, come anticipato da TvBlog, la sospensione de I Soliti Ignoti. Lo show dell'access prime-time di Rai1 non potrà più essere registrato negli studi di Roma fino a nuovo ordine, per ovvie ragioni che riguardano l'impossibilità di realizzazione del programma, basato sulla presenza di personaggi e concorrenti provenienti da tutta Italia.

Impossibile registrare I Soliti Ignoti

Il programma condotto da Amadeus era già andato in onda a porte chiude nei giorni scorsi, per effetto delle prime restrizioni che avevano visto sparire il pubblico dagli show televisivi per evitare il propagarsi del contagio. Adesso diventa effettiva la misura di stop, che quindi rende impossibile la registrazione di nuove puntate de I Soliti Ignoti fino a data da destinarsi. Il programma è ancora previsto in guida Tv per martedì 10 marzo e non è escluso che la Rai possa decidere in queste ore di programmare delle repliche per riempire lo stesso spazio nei prossimi giorni.

Probabile stop anche per L'Eredità

Nelle prossime ore lo stesso tipo di provvedimento di sospensione potrebbe diventare definitivo anche per L'Eredità. Poche le puntate del quiz condotto da Flavio Insinna registrate nei giorni scorsi e non andate ancora in onda, con la sospensione delle registrazione che pare quasi certa. I responsabili della comunicazione Rai riferiscono a Fanpage.it della possibilità che L'Eredità possa continuare ad essere registrato solo ed esclusivamente con concorrenti provenienti da Roma.