Sorprese in arrivo dal mondo del Trono di Spade. Il network HBO ha cancellato la prima stagione di "Bloodmoon", prequel dal titolo non ufficiale di "Game of Thrones" e di cui il pilot era stato già girato, ma ha annunciato poche ore dopo di aver ordinato una intera prima stagione di "House of the Dragon", altro spin-off basato su "Fire & Blood" di George R.R. Martin.

House of the Dragon, cosa sappiamo della serie tv

Il personaggio di Daenerys Targaryen, interpretato da Emilia Clarke, non potrà esserci perché "House of the Dragon" seguirà gli eventi della famiglia Targaryen 300 anni prima rispetto agli eventi conclusivi della serie. La serie è ideata dallo stesso George R.R. Martin e da Ryan J. Condal, la regia sarà affidata a Miguel Sapochnik, autore degli episodi più spettacolari della saga e premiato per "La battaglia dei bastardi", episodio della sesta stagione, con un Emmy Awards. "Non vediamo l'ora di esplorare le origini di Casa Targaryen", ha dichiarato Casey Bloys, presidente della programmazione HBO in un comunicato.

Perché Bloodmoon è stata cancellata

"Bloodmoon" si chiamava, o forse "The Long Night". Il punto è che non ci sarà nessun prequel ambientato alle origini del mondo di Westeros e prima della creazione degli Estranei. L'episodio pilota non ha convinto i dirigenti della HBO che avevano chiesto un nuovo montaggio a  Jane Goldman. Nemmeno il secondo montaggio della regista britannica ha convinto i vertici che hanno cancellato il progetto nonostante il grande budget messo a disposizione. Nel cast c'era anche Naomi Watts e le riprese, partite da Belfast, sono arrivate anche a Gaeta. Il prequel avrebbe raccontato i giorni dei Figli della Foresta, migliaia di anni prima che le storiche famiglie si formassero prendendo il potere di Westeros. La serie avrebbe indagato anche sulla genesi del Re della Notte, il Night King, leader degli Estranei. Ma il progetto non prenderà mai il via.