206 CONDIVISIONI

Grazie Silvio! Cornacchione portavoce dei comici a Ballarò [VIDEO]

Antonio Cornacchione, nella copertina dello speciale di Ballarò, ha ringraziato Silvio Berlusconi a nome suo e dei comici europei, per aver regalato a questi ultimi preziose chicche e spunti per la loro attività comica.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Marianna D Onghia
206 CONDIVISIONI
Cornacchione a Ballarò

“ Per noi comici con Monti sarà dura: non conosce una barzelletta! ”
Antonio Cornacchione
 Silvio Berlusconi si è dimesso! Che sia una buona o cattiva notizia, l'evento non può passare inosservato, anche perchè nella giornata di ieri non abbiam visto solamente un presidente del Consiglio dimissionario, ma anche la fine di un'era: 17-18 anni di Berlusconi, sin dalla sua comparsa sulla scena politica. Quasi 20 anni di vita italiana non son pochi e tra i suoi alti e bassi, l'ex premier ( fa strano ora chiamarlo così) non è stato solamente protagonista della scena politica, ma anche di quella satirica, alimentando con le sue gag e azioni gli sketch dei comici. Antonio Cornacchione, nello speciale di ieri sera di Ballarò, l'ha ringraziato, a nome suo e di tutti i comici europei, per esser stato sino a ieri fonte primaria della comicità nazionale e internazionale.

Il comico di Montefalcone nel Sannio  si è occupato della copertina del talk di Rai3, ieri mai più indicata per lui visto che si trattava di parlare di Silvio Berlusconi, soggetto della sua comicità da tempo ormai: lo ricorderete a Zelig in qualità di difensore del debole premier e ieri Cornacchione, sempre in maniera ironica, ha ancora una volta sottolineato le positività dell'ex Presidente del Consiglio. Se non avesse detto Kapò a Schulz o promesso il ponte sullo stretto di Messina o ancora fatto "cucù" alla Merkel, di cosa avrebbero potuto parlare i comici, per far ridere la gente, si chiede Cornacchione?

http://www.youtube.com/watch?v=eXU1cGyUIJ8&feature=player_embedded

Nei momenti di magra di inventiva, la penna del comico si muoveva freneticamente sui fogli bianchi dei suoi prossimi sketch solo dopo l'ultima di Silvio Berlusconi: a poche ore dalle sue dimissioni il comico lo invita a cena a casa sua, senza la figlia 16enne, però, per ringraziarlo personalmente di avergli in qualche modo "dato il pane" per i suoi anni di governo. Non solo, Cornacchione ha con sè una missiva, con i comici europei come mittenti: i vignettisti francesi, mister Bean e Stracquadanio. Tutti uniti in un coro di "Grazie Silvio!", diverso dall'Alleluia intonato fuori Palazzo Grazioli: i comici del continente sanno già che sentiranno la mancanza di un personaggio come il premier, soprattutto se a sostituirlo sarà Mario Monti.

cornacchione_a_ballarò_12-11-2011

Cornacchione si chiede come si possa ora prendere in giro un uomo che sta da 40 anni con la stessa moglie, rispetto ad uno che all'ottava escort diceva "Resistere, resistere e resistere": come si può deridere, ora, un Mario Monti che non conosce neanche una barzelletta sull'uccello padulo.  E' davvero dura ora la vita, per i comici, che perderanno, forse, uno dei principali ispiratori della loro arte. Insomma, Silvio Berlusconi mancherà, qualora farà sentire la sua mancanza, certo in maniera relativa, ma a qualcuno mancherà.

206 CONDIVISIONI
Silvio Berlusconi telefona a Ballarò ma non parla [VIDEO]
Silvio Berlusconi telefona a Ballarò ma non parla [VIDEO]
Le dimissioni di Berlusconi nella copertina di Crozza a Ballarò [VIDEO]
Le dimissioni di Berlusconi nella copertina di Crozza a Ballarò [VIDEO]
Crozza a Ballarò presenta il Monti Robot [VIDEO]
Crozza a Ballarò presenta il Monti Robot [VIDEO]
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni