Giulio Golia è stato trovato positivo al Coronavirus. Lo ha annunciato lui stesso da Instagram, spiegando di essere in buone condizioni ma inevitabilmente in quarantena. Per questo motivo sarà costretto a saltare l'esordio della nuova stagione de Le Iene, previsto per martedì 6 ottobre e preceduto dallo “Speciale Mario Biondo – Un suicidio inspiegabile” in onda lunedì 5. "Buongiorno a tutti! Purtroppo ho scoperto di essere positivo al coronavirus", ha fatto sapere a margine del post, "Sto bene ma ovviamente in isolamento, e quindi non ci sarò per la prima puntata de Le Iene, che guarderò con affetto dal divano di casa! Vi terrò aggiornati!".

Giulio Golia a contatto con un positivo al Covid

Nel video pubblicato, il conduttore di Italia 1 ha spiegato nel dettaglio come ha contratto il virus, che fortunatamente al momento presenta sintomi leggeri: "Ho avuto la comunicazione di essere entrato in contatto con una persona positiva al coronavirus. Ho allertato il mio medico curante che mi ha prescritto il tampone. Sono corso a farlo e ahimè pochi minuti fa ho avuto il responso. Sono positivo al coronavirus. Sto bene, ho un leggero mal di testa, un'emicrania. Spero continui così. Vi aggiornerò piano piano sul mio stato di salute. Incrociamo le dita".

Coronavirus, il precedente a Le Iene

Già nel corso della precedente stagione, il programma di Davide Parenti aveva dovuto fare i conti con una positività interna al team, con conseguente chiusura de Le Iene per alcune settimane e quarantena preventiva del cast. Si era poi scoperto che a essere stato contagiato era stato Alessandro Politi, guarito dopo essere stato positivo per un lunghissimo periodo, ben 50 giorni. L'inviato de Le Iene fortunatamente ha contratto il virus senza gravi conseguenze, con sintomi come febbre alta e spossatezza, ma senza necessità di ricovero.