327 CONDIVISIONI
21 Settembre 2014
00:30

Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo dividono il web tra ironia e tweet al veleno

“Questi siamo noi” è il concerto di Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo appena terminato su Canale 5: una serata-evento che, su Twitter, ha diviso la rete. Tantissimi i complimenti ma anche le ironie e i tweet al veleno verso la coppia di cantanti…
A cura di Fabio Giuffrida
327 CONDIVISIONI

Questa sera è andata in onda su Canale 5 la replica del concerto di Gigi D'Alessio e Anna Tatangelo, "Questi siamo noi", già trasmesso lo scorso 25 Novembre. I due cantanti hanno ospitato Alessandra Amoroso, Bianca Atzei, Enzo Avitabile, Paolo Bonolis, Roberto Vecchioni ma anche Kekko Silvestre dei Modà (senza Emma Marrone). Una serata evento che nella precedente messa in onda è stata ampiamente apprezzata dal pubblico della rete ammiraglia del Biscione al punto da spingere la Rete a riproporla stasera. Noi di Fanpage.it abbiamo seguito il flusso di tweet con l'hashtag #questisiamonoi, che ha dovuto fare i conti con il concerto di Rai 1 "Sogno e son desto 2" con Massimo Ranieri che ha ospitato, tra i tanti, Elisa, Elio e Caparezza. La Rete, nello specifico, ha immediatamente criticato Paolo Bonolis, già alla guida di "Avanti un altro":

Innumerevoli i complimenti alla coppia dei cantanti:

Non è mancato, però, qualche commento al veleno:

Ironia verso la Tatangelo:

"Napul'è" contemporaneamente su Canale 5 e Rai 1

Come hanno evidenziato gli utenti su Twitter, "Napul'è" è stata cantata quasi contemporaneamente sulle due reti ammiraglie: da una parte i Modà con Gigi D'Alessio, dall'altra Massimo Ranieri e Pino Daniele.

Criticato Kekko dei Modà senza Emma Marrone:

327 CONDIVISIONI
Gigi D'Alessio:
Gigi D'Alessio: "Sposo Anna Tatangelo nel 2015"
D'Alessio ha divorziato dalla Barbato, sposerà Anna Tatangelo nel 2015
D'Alessio ha divorziato dalla Barbato, sposerà Anna Tatangelo nel 2015
"Gigi D'Alessio ha vietato di menzionare Anna Tatangelo durante il suo show"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni