Nella vita costellata di grandi successi vissuta da Gianni Morandi si nasconde un profondo dolore. L’attore e cantante gli ha dato voce nello studio di Verissimo, il salotto elegante di Silvia Toffanin in onda su Canale5. Morandi ha ricordato con malinconia la morte della sua primogenita, la figlia nata dal legame con l’attrice Laura Efrikian, sopravvissuta solo poche ore dopo la nascita:

Non era un momento bellissimo. Era nata una bambina, la mia prima figlia, che poi morì subito dopo la nascita. Mi avevano rimandato la naja perché era appena nata la bambina. Poi, quando morì, mi arrivò subito di nuovo la cartolina e a quel punto dovetti partire. ‘Siccome non sei più padre, devi venire a fare il militare'. Era la regola. Quella sera lì non fu una bella sera ma è passato anche quel periodo.

Silvia Toffanin commossa dal racconto di Morandi

Profondamente colpita dal racconto di Morandi, Silvia Toffanin ha faticato a trattenere le lacrime. Non è raro che la conduttrice si lasci coinvolgere a tal punto nel racconto dei suoi ospiti, manifestando loro forte empatia. È uno dei motivi che hanno reso la conduttrice di Canale5 uno dei volti televisivi più amati dal pubblico a casa.

Perché Morandi e Laura Efrikian si sono lasciati

La bambina che Morandi e l’ex moglie Laura Efrikian si chiamava Serena. È nata qualche tempo prima che Marianna e Marco, gli altri due figli della coppia, venissero al mondo. Visse solo 9 ore. Non fu la morte della loro primogenita a condannare il matrimonio tra Gianni e la sua prima compagna. Nel corso di una vecchia intervista rilasciata al settimanale DiPiù, la Efrikian dichiarò che era stata la giovane età di entrambi a separarli: “Perché ci eravamo messi insieme troppo presto: io ventiquattro anni e lui venti, a quell’età non dura. Con lui sono stata felice”.