La notizia ha fatto il giro del web in pochissime ore: Gerry Scotti è risultato positivo al coronavirus, come ha annunciato lui stesso con un post sul suo account Instagram. Il noto conduttore di Canale 5, quindi, ha dovuto sospendere le sua attività lavorative, come fa sapere Tv Sorrisi e Canzoni, infatti, le registrazioni di alcuni programmi in cui era prevista la sua presenza saranno sospese.

In onda le puntate già registrate dello show

Si tratta in particolare di Caduta Libera, lo show preserale di Canale 5, le cui riprese sono state fermate a causa della riscontrata positività del conduttore. Intanto, però, le puntate che sono state già registrate continueranno ad andare in onda senza problemi, come di quelle di Tu Sì Que Vales, d'altronde. Proprio per girare le nuove puntate dello show del sabato sera, infatti, Gerry Scotti ha scoperto di aver contratto il virus, come racconta al Corriere della Sera: "Sono stato rigorosissimo. In famiglia siamo al limite del paranoico. Non vedo gli amici e non vedo perfino mio figlio. Ho fatto il tampone perché lunedì sarei dovuto andare a Roma in treno per registrare ‘Tu si que vales’ e naturalmente noi dobbiamo stare controllati, quindi sabato mattina ho fatto il tampone e sono risultato positivo". 

Le condizioni di salute di Gerry Scotti

Dopo l'annuncio divulgato tramite social, con il quale Gerry Scotti ha dichiarato di essere in isolamento nella sua casa di Milano e sotto controllo medico, ha poi indicato al noto quotidiano quali sono i sintomi riscontrati in queste ore, sottolineando che, nonostante tutto, le sue condizioni sono sostenibili e incoraggiando chi, come lui, si trova a dover affrontare la malattia:

Sto abbastanza bene e la prima cosa che desidero dire è che voglio essere davvero vicino a coloro che in questo momento sono malati di Covid. Forza e coraggio, non mollate. Per farvi vedere quanto sono vicino a voi, me lo sono preso pure io. Purtroppo temo che prima o poi ce lo dovremo fare tutti, anche se tutti noi pensiamo che non ci capiterà mai. Se non ci fosse il Covid avrei pensato a una influenza: mi sento le ossa rotte, ho un po’ di febbriciattola, mal di testa e un po’ di tosse. Direi che sono fortunato. Se me lo faccio così il Covid è decisamente sopportabile. Comunque non mollo. Registro da casa e ribadisco a tutti: prudenza a chi non ha il Covid e coraggio a chi l’ha preso.