Gli spettatori di Tu sì que vales si sono trovati di fronte a una singolare “stranezza” nella puntata in onda il 14 novembre. Gerry Scotti, giurato risultato positivo al coronavirus, partecipa alla puntata a singhiozzo. In alcuni momenti è fisicamente presente in studio, in altri vi si collega a distanza, da casa sua, con la sua immagine che viene proiettata su uno schermo posto sula poltrona che Scotti occupa abitualmente. C’è ovviamente una ragione precisa per la quale Gerry c’è pur non essendoci fisicamente.

La puntata di Tu sì que vales registrata in due tempi

La puntata di Tu sì que vales del 14 novembre è stata registrata in due tempi, con i vari tagli che sono stati assemblati in fase di montaggio per confezionare quanto gli spettatori avrebbero visto in onda. La prima parte è stata registrata a inizio ottobre, quindi prima che Gerry Scotti risultasse positivo al coronavirus. Un’altra parte, invece, è stata registrata dopo il 26 ottobre scorso quando il conduttore era già in isolamento a casa perché risultato positivo al Covid-19 ma prima del suo ricovero in ospedale. È per questo che Gerry partecipa fisicamente alla puntata solo in alcuni momenti. Nei restanti, quelli registrati a fine ottobre, assolve al suo ruolo di giurato in collegamento da casa sua.

Gerry Scotti positivo al coronavirus

Il 26 ottobre scorso, con un post pubblicato sul suo profilo Instagram, Gerry Scotti ha fatto sapere di essere risultato positivo al coronavirus. A qualche giorno di distanza da quel momento, Scotti è stato ricoverato a causa della febbre. Adesso sta bene ed è in attesa di recuperare completamente per poter tornare al lavoro. Il suo ufficio stampa ha fatto sapere a Fanpage.it che, diversamente dalle indiscrezioni trapelate, il conduttore non è mai stato ricoverato in terapia intensiva.