È stata una direzione lampo quella di Gerardo Greco, alla guida del Tg4 per soli sei mesi e già sollevato dal suo incarico. Rete 4 è tornata sui suoi passi, comunicando ieri la decisione di allontanare il giornalista che era stato nominato direttore del telegiornale nell'agosto 2018. Dall'edizione del mezzogiorno del 27 febbraio, risulta che la direzione è stata affidata (almeno momentaneamente) a Rosanna Ragusa.

Possibile causa legale di Greco contro Mediaset

Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, Greco starebbe pensando di fare causa a Mediaset per il licenziamento improvviso (considerato che era stato assunto dall'azienda a tempo indeterminato). Se il Biscione non provvederà a "un’adeguata transazione economica per il danno che Greco sostiene di aver subito", il giornalista – seguito dal noto agente Lucio Presta – sarebbe pronto a passare alle vie legali. E dire che l'inizio di Greco al Tg4 era iniziato in modo brillante, con la sua presenza da inviato sul posto a Genova all'indomani del crollo del Ponte Morandi. Una linea editoriale che aveva posto uno spartiacque rispetto alle precedenti gestioni (spesso discusse) del tg del quarto canale.

Gli ascolti troppo bassi alla base della decisione

I dati Auditel, però, non hanno premiato il nuovo corso. Gli ascolti del telegiornale, dall'insediamento di Greco, hanno sempre oscillato tra il 2 e il 4% di share, e sono stati ritenuti troppo bassi. Fallito anche l'esperimento di "W l’Italia – Oggi e domani", il talk condotto dallo stesso Greco in prima serata per 14 puntate dal 13 settembre al 13 dicembre 2018 (che hanno totalizzato una media del 3,6% di share). Così, dal 7 marzo Rete 4 tornerà "alle origini", con un nuovo programma condotto da Paolo Del Debbio, "Dritto e rovescio". L'intento di Rete 4 di svecchiare volti e contenuti, e soprattutto modificare i toni urlati e molto discussi dei programmi di informazione degli ultimi anni, per ora non sembra aver funzionato.

La carriera di Gerardo Greco

Romano, classe 1966, Greco è entrato in Rai come giornalista di cronaca nel 1992. In seguito, ha lavorato come corrispondente da New York per il Giornale Radio Rai e quindi per il TG2, seguendo l'11 settembre e le guerre in Afghanistan e Iraq. Nel  2011 è stato conduttore di Unomattina Estate con Georgia Luzi e nel 2017 ha condotto Agorà Duemiladiciassette. Dal 15 giugno 2017 al 22 giugno 2018 dirige il Giornale Radio Rai e Rai Radio 1.