La seconda stagione di Deal With It – Stai al gioco riparte da questa sera, 31 agosto 2020, in onda dal lunedì al venerdì alle 20.30 su Nove, fiore all'occhiello della nuova stagione Discovery. Gabriele Corsi torna a condurre l'esilarante mix tra candid camera e game show con nuovi ospiti e tante novità, una su tutte la scelta per la prima volta di ambientare alcuni scherzi a Napoli, con il dialetto napoletano grande protagonista e più amati della scena: The JackaL, Francesco Paolantoni, Marisa Laurito, Gigi e Ross, Tosca D'Aquino e Fatima Trotta. Tra gli altri anche Scintilla, The Show, il Trio Medusa, Debora Villa, Frank Matano e Chiara Francini. 

L'intervista a Gabriele Corsi

Le registrazioni del programma sono state interrotte durante il lockdown, così una parte delle puntate di questa stagione sono state registrate prima del DPCM sul Coronavirus altre subito dopo la ripresa dei set nel rispetto di tutte le regole di sicurezza. Siamo partiti proprio da questo aspetto per parlarne con Gabriele Corsi.

Come avete gestito il rientro?

Con grande responsabilità, nei confronti di se stessi, dei concorrenti, degli attori e di tutto lo staff. Abbiamo lavorato a un’ideazione degli scherzi che potesse rispettare le nuovi leggi, come evitare di toccare persone, di mangiare da un piatto di un altro, di bere da un bicchiere di un altro. Ero spaventato, ma il risultato è stato eccellente. Non cambia il sapore del programma ma il suo incartamento.

Come si vive l’attesa a poche ore dalla prima puntata della nuova stagione?

Mi sento uno di quei calciatori a inizio stagione, e come i calciatori scendo in campo per vincere. Però, vincere per me significa ricevere attestati, sapere di aver fatto bene quello che faccio. E quindi far ridere le persone, non c’è niente di meglio per me.

È un momento storico dove si ride molto poco, in effetti.

Credo che in questo momento ci sia bisogno di tanta leggerezza. Io ho avuto la fortuna di lavorare e di imparare tanto da Gigi Proietti. Lui mi ha insegnato che la leggerezza è il contrario della superficialità, della stupidità. Bisogna avere un tocco leggero e fare in modo che chi si siede davanti al televisore a fine giornata, si faccia una bella risata insieme a tutta la famiglia. Questa è la mia missione.

Tra le novità di quest’anno, c’è anche Napoli come location. Tanti ospiti, tra i quali non posso non citare i nostri «cuginetti», i The JackaL. Saranno in cabina di regia o saranno parte attiva agli scherzi?

Saranno sia in cabina di regia e per qualche scherzo saranno anche presenti sul set. Sono stati bravissimi e la cosa più bella è che loro non credevano che le situazioni a un certo punto diventano difficili da prevedere. Si sono ritrovati davanti a reazione amplificate rispetto alle loro aspettative.

Per esempio?

Senza anticipare nulla, nel gioco noi accendiamo sempre la scintilla, ma poi non si può mai sapere come controllarla e quando grande sarà la fiammata. Davvero, ci saranno puntate dove ti sentirai male dalle risate e con tanti ospiti bravissimi, tra questi cito Tosca D’Aquino, Marisa Laurito, Gigi e Ross, Francesco Paolantoni.

In chiusura, un libro che stai leggendo e una serie tv che stai guardando. 

Sto guardando la nuova stagione di Lucifer, sono un grande fan sinceramente. Poi, sai, a cinquant’anni o ti compri una decapottabile o ti iscrivi a una disciplina che non hai mai fatto. Io sono diventato un superfanatico della boxe e sto leggendo proprio “Sulla Boxe” di Joyce Carol Oates.