Una personalità travolgente che è esplosa nel corso della edizione appena conclusa di Amici Celebrities. È Francesca Manzini, l'imitatrice di "Tutti pazzi per Rds", in rampa di lancio per la stagione televisiva in corso. Nell'intervista realizzata da Fanpage.it, il suo repertorio di imitazioni viene maneggiato con grande disinvoltura al punto che al telefono si finisce quasi per credere di parlare con Asia Argento, con Simona Ventura o con Mara Venier.

Proprio sulla indiscussa signora della domenica e sulla imitazione che non è stata cosa gradita, c'è stato grande parlare nei giorni scorsi: "Preciso che non voglio vivere per le polemiche, non è il mio stile. Però, è giusto chiarire", ci avvisa Francesca. Sgombrando il campo dagli equivoci, più che alimentare pettegolezzi ai nostri microfoni ci ha dato la possibilità di scattare un grandangolo sullo scenario attuale della tv e dello spettacolo italiano. Anche se una chicca di gossip ce l'ha data, non ha un fidanzato"Sono inciampata parecchie volte in nove anni, ora voglio scegliere qualcuno che aggiunga e non mi tolga linfa vitale". 

La prima edizione di Amici Celebrities si è conclusa e per te è stato un successo, anche se non sei arrivata in fondo.  

È stata una esperienza fantastica. Andare da Maria e fare la sua spalla. Siamo state complici, mi ha dato tanto della sua arte, della sua professionalità. Mi ha dato spazio e voce. Ha fatto sì che i giornali potessero scrivere e parlare di me. È tantissimo. Adesso non credo di finire a Sanremo, no, perché di solito si va da Sanremo e poi si va da Maria. Non penso però di fare il percorso inverso.

Da Maria De Filippi a Mara Venier. Mettiamo un punto sulla storia dell'imitazione "non gradita"? 

Allora, io non voglio vivere di polemiche perché non è il mio stile. Però, è giusto chiarire. Io ho un contratto che mi dà da mangiare come quello di Rds. Di conseguenza, seguo l'attualità che è la nostra linea editoriale e nel periodo in questione, c'era la notizia che Simona Ventura avrebbe condotto Temptation Island Vip. Pensai bene di fare uno scherzo a Maria De Filippi.

Con la voce di Simona Ventura? 

Esatto. Facciamo lo scherzo, al dodicesimo secondo che dico "Eh Meri che cosa ne pensi?" (Francesca con la voce della Ventura, ndr) menzionando il nome di Mara Venier tra le varie opinioniste, Maria non ci casca e mi fa: "Io trovo che tu sia stupidina a fare certi scherzi, mi spiace, ciao" (qui con una impressionante voce di Maria, ndr). Io e il fonico siamo rimasti congelati. Dopo Simona Ventura si è messa a ridere, ringraziandomi per l'imitazione.

E Mara, invece no. 

Il giorno dopo mi manda un messaggio, non dirò cosa, ma mi disse di non averla presa benissimo. Le ho chiesto scusa più di una volta, lei voleva addirittura denunciarmi.

Vi siete incontrate, però. 

Ci siamo incontrate al premio in Campidoglio e c'è stato gelo. Mara mi disse: "Ciao, come stai? Non ti perdonerò mai". Ma alla fine le cose gravi sono ben altre. Sono molto serena e non mi interessa della signora Venier. La imito per lavoro, come imito Asia Argento, Monica Bellucci e tante altre.

Mettiamo fine alle polemiche. Però, il mondo degli imitatori resta un mondo difficile. 

Il mestiere dell'imitatore è un mestiere bastardo, lo so, ma è il mio mestiere. Ci sono anche personaggi che sposano le mie imitazioni e sono contenta. Ma non morirò imitatrice. Nasco imitatrice, grazie a Dio perché è difficile acquisire e affinare questo talento. Spero però di fare anche altro.

E cosa?

Sogno di morire nel mondo del cinema, o anche morire a capo di un bel varietà. Ecco.

A proposito di varietà, ora parte Fiorello con Viva RaiPlay!

La Rai ha fatto un grande investimento con i materiali di casa sua. Si sono aiutati a casa loro, possiamo dire. E chi meglio di Fiorello per questo investimento. È l'unico personaggio che non stanca mai, l'unico che non ha mai fatto passi falsi. Si è sempre saputo dosare. E RaiPlay per lui sarà sicuramente un ambiente confortevole.

Parliamo di altri progetti. La scorsa stagione eri fianco a fianco con Caterina Balivo a "Vieni da me", il sodalizio può proseguire?  

Con Caterina Balivo c'è un grande rapporto. Venivo da Mai dire Talk e c'erano cose da provare e testare perché a Vieni da me non c'era ancora una parte comica. Caterina ha fatto molto per farmi entrare in trasmissione. A maggio mi chiama e mi dà uno spazio di sette puntate. Non ho avuto il modo di tornare da Caterina, ma ora che finiranno i prossimi impegni ci rivedremo sicuramente. C'è anche qualcosa su Italia 1 nel prossimo futuro…

Interessante. Di che si tratta?

C'è un varietà comico bellissimo, ma non posso parlarne.

Parliamo allora di Instagram. Le tue foto e le tue parole sono una lezione contro il body-shaming. Sei consapevole di essere un esempio per tante donne?

Non mi sento un esempio, ma un aiuto per le donne come me. Su Instagram, che è un mio canale, ci tengo a dire che sono bella perché per tanti anni non mi sono piaciuta, non mi amavo. Adesso ho scoperto che sono bella così e che posso esprimere quello che voglio. Cantare, ballare e far ridere. Senza paura.

Allora, sei una influencer…

Non mi sento una influencer. Magari una influencer-show girl. Non so come esprimermi in questo senso. Con le categorie siete più bravi voi, trovalo tu che sei giornalista.

Diciamo che hai il tuo insta-show. 

Ecco. Un insta-show. Va bene.

Un'ultima cosa: lo sai che se scrivi ‘Francesca Manzini' su Google, la prima parola suggerita è ‘fidanzato'?

Maronna mia! (sic) Non mi paragono a Charlize Theron e so molto bene chi sono, ma sto decidendo anche io adesso chi scegliere. Perché sono inciampata parecchie volte negli ultimi 9 anni. Aspetto quindi che qualcuno mi aggiunga per davvero e non che succhi solo la mia linfa vitale, ecco.