Quando alcune settimane fa Mara Venier ha annunciato l'addio a Domenica In dalla prossima stagione, logica ha voluto che si aprisse un totonomi sulla successione. Si è parlato insistentemente di Carlo Conti, ma tra i nomi usciti fuori c'è anche quello di Francesca Fialdini, conduttrice di un programma nella domenica pomeriggio di Rai1, Da noi… a ruota libera, per questo identificata come papabile erede di zia Mara. Nelle ultime ore un'indiscrezione del settimanale Oggi parla di un desiderio espresso da Francesca Fialdini, la cui ambizione per la prossima stagione sarebbe proprio quella di prendere il posto di Mara Venier dall'anno prossimo.

Oltre le indiscrezioni ci sono, tuttavia, le dichiarazioni e qualche giorno fa noi di Fanpage.it questa domanda a Francesca Fialdini l'avevamo posta, nell'ambito di un'intervista in occasione della ripartenza di Fame d'amore, nel corso della quale si è finiti inevitabilmente a parlare delle sue aspirazioni per il futuro. E l'idea di Francesca Fialdini in merito è molto chiara: "Siamo a ottobre, la stagione è appena iniziata, mi rifiuto di fare un'ipotesi così! Scherzi a parte mi lusinghi e in ogni caso spero che Mara faccia le scelte che ritiene opportune a prescindere, anzi mi auguro che resti e porti nella domenica degli italiani ciò che ha portato in questi ultimi anni. Lo dico anche nel mio interesse, perché gli ascolti di Mara fanno bene alla rete e anche al mio programma". Ha quindi aggiunto:

Io penso che Domenica In sia Mara Venier, si è creata una fortissima identità, una simbiosi tra lei e il titolo. Io amavo la Domenica In di Corrado, di Baudo, ma ci portano indietro nel tempo, mentre lei ha creato una formula fortemente identitaria che è quella vincente. In definitiva, nessun altro potrebbe condurre Domenica In al posto suo e, secondo me, chiunque si troverà ad occupare quello spazio dovrà portare un altro progetto.

E in effetti Fialdini, senza nascondersi dietro risposte diplomatiche e frasi di rito, fa emergere una sensazione comune, ovvero che la conduzione di Mara Venier sia stata così incisiva da risollevare le sorti di un contenitore che sembrava destinato a chiudere, dandogli per le stesse ragioni un colpo di grazia, tanto è il peso specifico del personaggio. La conduttrice si è quindi smarcata dalle associazione del suo nome al programma:

Molto spesso, in televisione, si dà per scontato che se una persona fa questo mestiere debba per forza aspirare ad avere i titoli più altisonanti. Fai Da noi… a ruota libera e in automatico dovresti aspirare a fare Domenica In. Ma non è così, semplicemente perché io mi sto ancora cercando. Quando facevo informazione non ci pensavo nemmeno lontanamente all'ipotesi di fare una Tv generalista. Mi ci sono buttata e ora sto scoprendo che forse ho due anime. Non posso escludere che ne scoprirò una terza, ma nemmeno darlo per scontato.