6 Febbraio 2015
23:57

Forte forte forte, l’ironia della rete su Magalli: “Ormai è una superstar”

Si è appena conclusa la quarta puntata di “Forte, forte, forte” che ha visto l’eliminazione di Don Cash e Fidia Costantino. L’attenzione della rete, però, era tutta concentrata su Giancarlo Magalli, che si è prestato ad essere intervistato dalle concorrenti. Gli utenti hanno notato che ormai è onnipresente e hanno ironizzato: “Dalla presidenza a “Forte, forte, forte”…che brutta fine!”
A cura di D.S.

Si è appena conclusa la quarta puntata di "Forte, forte, forte", che ha visto l'eliminazione di Don Cash e Fidia. Uno degli aspetti più commentati della puntata, però, è stata la presenza di Giancarlo Magalli. Il presentatore si è prestato ad essere intervistato dalle concorrenti. In merito alla candidatura alla presidenza della Repubblica sostenuta ironicamente anche dal popolo della rete, ha dichiarato di aver prestato il suo viso sorridente ad una provocazione, accolta poi da 22.000 voti. Inoltre ha raccontato:

"Io da piccolo volevo fare il presentatore, ma all'epoca ce n'erano solo due, tra cui Mario Riva… era come dire di voler fare l'astronauta. Per cui non lo dicevo, mi vergognavo. Ma alla fine ce l'ho fatta. […] Gli inizi? E chi se lo ricorda. Ho fatto pessime frequentazioni, come Boncompagni…" Ed è loro l'idea dei ‘Fagioli di Raffaella'".

La sua presenza, seppur breve, non è sfuggita agli spettatori che si sono riversati in rete per commentare. In breve tempo il suo nome è rientrato tra i trend di Twitter. Molti utenti hanno notato che il presentatore è diventato onnipresente e qualcuno ha scherzato:

"Dalla presidenza a "Forte, forte, forte"…che brutta fine!"

E quando Giancarlo Magalli va via, gli utenti commentano così:

Forte, forte, forte, la rete attacca i giudici:
Forte, forte, forte, la rete attacca i giudici: "Sono buonisti e scartano i migliori"
"Forte Forte Forte" anticipa la chiusura: una sconfitta per la Carrà
"Forte Forte Forte", come funziona il nuovo talent della Carrà
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni