Martedì 8 aprile si sono tenuti i funerali di Cesare Cadeo nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano, per tributare l'ultimo saluto al conduttore scomparso all'età di 72 anni. Alle esequie ha partecipato una folla di persone, tra parenti, amici, personaggi dello spettacolo e della politica, oltre a moltissime persone comuni accorse per l'addio.

I vip presenti

Hanno partecipato tra gli altri star televisive come Marco Columbro, Simona Ventura, Carlo Freccero, Jo Squillo, Ambra Orfei, Giorgio Mastrota, Enrico Beruschi. Presenti anche tanti volti della Milano più in vista, da Massimo Moratti a Gabriele Albertini, da Fedele Confalonieri a Don Gino Rigoldi, da Giampiero Borghini a Ombretta Colli (durante il cui mandato come presidente della provincia di Milano Cadeo fu assessore allo sport, dal 1999 al 2004). In prima fila, ovviamente, i famigliari: i fratelli Maurizio e Giuseppe, la moglie Lalla, i figli Alessandra, Filippo e Caterina, i nipoti Matteo e Leone. La cerimonia si è chiusa sulle note di "Luci a San Siro", la canzone preferita dal conduttore che lui stesso aveva inciso qualche anno fa.

Il ricordo del fratello Maurizio

Ai microfoni del Corriere della Sera, Simona Ventura (che lavorò con lui a "Mai dire gol") lo ha ricordato come una "persona eccezionale, garbata, perbene", esponente di "Una Milano che in tante cose non c'è più e che ci manca". Cesare Cadeo era malato da tempo. Il fratello Maurizio ha ricordato le difficoltà degli ultimi giorni: “Nella vita di tutti i giorni era esattamente come compariva in pubblico. Un uomo elegante ma anche capace di forti passioni, si gettava con entusiasmo in tutto quello che faceva e ha vissuto con grande coraggio anche la malattia, combattuto fino all'ultimo, solo negli ultimi giorni ha detto al suo medico: ‘Ho fatto una bella vita adesso lasciami andare'".

Cesare Cadeo si è spento per una lunga malattia

Cesare Cadeo lavorò al fianco di mostri sacri della tv italiana come Mike Bongiorno e  Sandra Mondaini. Conduttore di tante trasmissioni sportive, dimostrò eclettismo passando dal quiz per bambini al programma di cucina e tirò fuori il suo lato più comico nella collaborazione con la Gialappa's Band, imponendosi inoltre come uno dei volti più importanti delle televendite. I colleghi lo hanno ricordato sul web come "un gran signore della tv", di cui il piccolo schermo sente sempre di più la mancanza.