Nelle ultime ore, si sta parlando tanto del destino televisivo di Flavio Insinna. C'è chi ha ipotizzato un dimezzamento della permanenza in palinsesto del programma ‘L'eredità‘ e chi, addirittura, ha messo in dubbio la presenza di Insinna al timone della prossima edizione del programma di Rai1. Secondo quanto riporta ‘Affari Italiani', però, i fan dell'attore possono dormire sonni tranquilli. Sul sito, infatti, si legge: "Affari Italiani ha ragione di annunciare che Insinna è confermatissimo alla conduzione del game show del preserale di Rai1 e che tornerà con la nuova stagione del programma a fine settembre 2019".

Le indiscrezioni sulla presenza incerta a ‘L'Eredità'

In queste ore, si sono rincorse diverse indiscrezioni che davano per incerta la presenza di Flavio Insinna alla guida de ‘L'eredità'. Ma andiamo con ordine. Secondo Repubblica, la nuova edizione rischiava di non andare in onda da settembre 2019 a giugno 2020 come di consueto, ma solo da gennaio a giugno 2020. Dagospia, invece, metteva in dubbio la possibilità di una riconferma di Insinna e aggiungeva che da settembre 2019 al 20 gennaio 2020 sarebbe proseguita la messa in onda di ‘Reazione a catena'.

Reazione a catena, circola il nome di Marco Liorni

Sempre secondo Affari Italiani, sarebbe Gabriele Corsi a rischiare di non essere riconfermato alla guida di ‘Reazione a Catena'. Il fortunatissimo programma estivo, potrebbe dunque avere un nuovo conduttore. Al momento non sarebbe stato ancora scelto l'eventuale successore del comico del Trio Medusa. Tuttavia, sembra stia circolando con insistenza il nome di Marco Liorni. In caso la Rai avesse davvero intenzione di rinnovare la conduzione di ‘Reazione a Catena', quello di Liorni sarebbe certamente un nome azzeccato considerato l'affetto di cui gode da parte del pubblico. Non resta che attendere le prossime settimane per avere le prime notizie ufficiali.