Ormai è certo che sarà Flavio Insinna il prossimo conduttore de L'Eredità. A partire dal 24 settembre l'attore e conduttore romano ricoprirà un ruolo pesante, sobbarcandosi il grave del lascito di Fabrizio Frizzi e Carlo Conti, che lo hanno preceduto alla guida di un programma in onda da 17 anni. L'Ansa ha riportato un commento di Insinna rispetto a questa esperienza futura: "Pensa la vita viene a mancare un amico, un vuoto incolmabile, e ti lascia un programma chiamato L'eredità. Gigi Proietti ce lo disse una volta a teatro: ‘ragazzi, pesate le bene le battute che poi diventano vere'. Pensa che cosa gigante".

Il rapporto tra Insinna e Frizzi

Insinna, la cui amicizia con Frizzi era forte, descrive il collega scomparso con i tratti che ormai sono noti a tutti: "Un uomo accogliente, in un momento in cui l'accoglienza è un tema molto importante. Avrei preferito prendere il programma, che so, perché Fabrizio era andato al Festival di Sanremo. Un amico da 100 mila anni, cui devo tantissimo, anche l'esser stato scelto per Affari tuoi". L'attore romano ha infatti raccontato come la sua carriera da conduttore avesse avuto inizio proprio dopo una serata a Saint Vincent in cui venne premiato da Frizzi, conduttore dell'evento, finendo per ricevere una incredibile quantità di telefonate il giorno dopo.

Insinna riparte dopo la bufera di Striscia

L'arrivo dell'attore a L'Eredità ha suscitato non poco disappunto in parte dell'opinione pubblica, che continua a non perdonargli quei filmati mandati in onda da Striscia in cui lo si vede attaccare verbalmente alcuni concorrenti di Affari Tuoi. Con questo impegno quotidiano tenterà certamente di riconquistare il favore di un pubblico diviso, ribadendo che mai dimenticherà l'esperienza del gioco dei pacchi: "Avrò sempre la bandiera di Affari tuoi sul balcone, come Totti tiferà sempre per la Roma. E' stata una parte importantissima della mia vita, oltre che della mia carriera. Io non mi riguardo mai, non mi piaccio. Ma quando erano altri a condurlo, l'ho sempre seguito, anche nelle repliche di notte. E continuerò a farlo".

L'aiuto di Carlo Conti

Blindato e coccolato, così si racconta Insinna alla vigilia di questa esperienza, forte della possibilità di chiedere consiglio al veterano assoluto del programma, Conti, che resterà tra i consulenti del quiz: "Ce la metterò tutta, avvalendomi dei consigli di Carlo. E' un amico dello stesso stampo di Fabrizio, di quelli che non giudicano. Mi ha detto ‘goditela e fatti mettere nel camerino accanto al mio, così puoi bussare tutte le volte che vuoi'. Mi sa che si farà cambiare di piano dopo tre giorni: gli darò il tormento". Poi il conduttore 53enne chiude con questo proposito:

Farò tutto in punta di piedi e spero di far sorridere Fabrizio lassù e non lasciarlo scontento.