Il primo promo del Festival di Sanremo 2021 vede Fiorello protagonista mascherato da Matteo Renzi. Con lo slogan "Ignora Sanremo", il presentatore, che affiancherà Amadeus durante tutte e cinque le serate, ha presentato i motivi per cui è bene che Sanremo non sia guardato. insomma, un'ironia al contrario, che prende in giro sia il conduttore e direttore artistico Amadeus, sia Matteo Renzi, nei panni di colui che dà vita alle crisi. Un'ironia che nasce dalla crisi di Governo nata dalla volontà di Italia Viva di ritirare i propri Ministri dal secondo Governo Conte, che ha portato il Presidente della repubblica Masttarella a dare l'incarico a Mario Draghi.

Fiorello imita Matteo Renzi per mandare Sanremo in crisi

"Ho il volto coperto per una questione di sicurezza – dice Fiorello durante il promo -, questa è solo una faccia di cortesia perché ignorare il festival perché se andrà tutto bene Nasello (Amadeus, ndr) vorrà fare anche il terzo e non ce lo meritiamo. Allora, dal 2 al 6 marzo facciamo altro, mettiamo in crisi Sanremo. Ci vorrebbe quello bravo a fare la crisi, come si chiama? Quello toscano, ‘Signori', quello là. Niente, non me lo ricordo". Insomma, si parte col botto, dal momento in cui la connessione Sanremo-Politica ha sempre creato non pochi problemi alla Rai che questa volta, invece, si getta direttamente nella tana del leone.

Le parole di Amadeus su Fiorello

Come successo l'anno scorso, Fiorello sarà qualcosa in più di una spalla per Amadeus, ma sarà un vero e proprio co-conduttore, indispensabile come ha spiegato anche il conduttore durante la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2021: "Sono felice di tornare a Sanremo con Fiorello perché, l'ho sempre detto, non esisterebbe un Sanremo senza di lui, illumina tutto quello che ha intorno"