L'edizione di Temptation Island 2020 è stata quella che più di tutte ha certificato il successo di un format che da anni domina l'estate televisiva, imponendosi non solo come un programma televisivo di successo in fatto di ascolti, ma come fenomeno culturale divenuto argomento da bar. A condurlo Filippo Bisciglia, che anche quest'anno ha messo il suo volto su un'edizione segnata da un cast particolarmente riuscito. Il conduttore si è raccontato in un'intervista di qualche giorno fa, raccontando quelli che sono stati i momenti più significativi di questa esperienza.

Il momento più difficile è stato il falò tra Ciavy e Valeria. Il mio ruolo è quello del confidente, di colui che al falò cerca di ascoltare le emozioni delle coppie, ma durante il loro confronto finale è uscito il Filippo di tutti i giorni, che se vede un uomo discutere animatamente con una donna, interviene per placare gli animi. Ciavy era molto deluso e ognuno reagisce in base alle proprie sensazioni ma se avesse lasciato a Valeria la possibilità di replicare, piuttosto che parlarle sopra, sarebbe stato sicuramente meglio.

A settembre arriverà puntuale, come da due anni a questa parte, l'edizione di Temptation Island Vip, che ancora una volta verrà affidata alla conduzione di Alessia Marcuzzi. Conduzione che Bisciglia, da padrone di casa, approva in pieno, essendo stato iniziato alla televisione proprio dalla conduttrice romana, quando lui era solo un concorrente del Grande Fratello:

Le faccio un grandissimo in bocca al lupo, è una persona alla quale voglio profondamente bene. Ho iniziato a fare televisione con lei che a quel tempo conduceva la prima edizione del Grande Fratello, è stata la prima a dire il mio nome davanti a milioni di telespettatori e adesso conduciamo lo stesso programma: incredibile. Sono sicuro che anche quest'anno sarà bravissima nel suo lavoro. Ai falò traspare tutta la sua dolcezza ed è una componente essenziale per questa trasmissione.