Fabrizio Corona ritorna a parlare di Ultimo, ma questa volta lo fa in via ufficiale, scrivendogli una lettera attraverso il settimanale "Chi". "È andato contro il sistema" esordisce così l'ex agente fotografico che quasi innalza il cantautore romano a un novello capopopolo, un nuovo rivoluzionario. Esagerazioni di contorno. Ma mentre scema il clamore per l'epilogo della settimana sanremese, Fabrizio Corona prova a riaccendere la fiammella con queste parole.

La lettera di Fabrizio Corona

Pubblicato nel nuovo numero di "Chi" in edicola da mercoledì 13 settembre 2019, Fabrizio Corona ha appoggiato Ultimo ed è ritornato sulla questione già esposta via social, relativa alla possibilità di aver incontrato per la prima volta il talento di Ultimo, ma di non averci creduto abbastanza.

Sono dalla sua parte, è andato contro il sistema, contro i giornalisti che, attenzione, non sono una casta inattaccabile. Oggi mi mangio le mani perché per primo ho conosciuto un talento così “cazzuto”, che mi ha dedicato una canzone ma al quale non ho dato la giusta importanza.

Il brano che Ultimo ha dedicato a Fabrizio Corona

"Un uomo migliore" è il brano che Ultimo ha dedicato a Fabrizio Corona. In quella canzone, il cantautore romano prendeva le difese dell'ex agente fotografico: "Sono Fabrizio e vi scrivo da dentro/Da una gabbia di vuoto e cemento/Vorrei tanto parlare a mio figlio/Raccontargli la vita che ho fatto/Che ho sbagliato ma questo lo so/Qui nessuno è nato perfetto/Di fronte a Dio mi pentirò". 

Le parole di Fabrizio Corona su Mahmood

Fabrizio Corona si è anche complimentato con Mahmood e la vittoria al Festival di Sanremo 2019 con "Soldi", ma anche auspicato che il sistema di voto possa cambiare l'anno prossimo. A caldo, Corona aveva condannato il movimento politico mossosi intorno a Mahmood"È chiaramente una vittoria politica", aveva detto.