video suggerito
video suggerito

Fabio e Mingo in procura, interrogatorio di più di sei ore

I due ex inviati di Striscia La Notizia e la moglie di De Pasquale (Mingo) sono indagati per presunta simulazione dalla Procura di Bari. L’avvocato dei tre ha fatto sapere che abbiano risposto ampiamente ad ogni domanda e che indiranno una conferenza stampa.
A cura di Andrea Parrella
20 CONDIVISIONI
Immagine

Da settimane la loro vicenda è praticamente in cima alle ricerche principali del web. Fabio e Mingo sono stati sospesi da Striscia La Notizia a causa di presunti servizi falsi realizzati per il programma, che hanno mobilitato la Procura di Bari a svolgere delle indagini nei confronti dei due, Fabio De Nunzio, Domenico De Pasquale (in arte Mingo), oltre che di sua moglie Corinne Martino. Sono stati interrogati per più di sei ore dal pm Isabella Ginefra negli uffici della Procura, proprio nell'ambito delle indagini sulla presunta simulazione di reato, indagini per le quali lo stesso Antonio Ricci ha affermato di voler collaborare. Pur essendo due i servizi sostanzialmente finiti nell'occhio del ciclone, quello relativo alla finta maga e quello inerente il finto avvocato, solo quest'ultimo è stato tema centrale dell'interrogatorio, nell'ambito del quale "gli assistiti hanno risposto ad ogni tipo di domanda", come fa sapere il legale. L'avvocato Francesco Maria Colonna, come fa sapere TgCom, aggiunge inoltre:

La Procura ha accolto l'istanza presentata affinché gli stessi venissero ascoltati relativamente alla questione per la quale si sono interessati i quotidiani, attinente il programma Striscia la Notizia. Detto atto istruttorio si è svolto ed i miei assistiti hanno risposto ampiamente ad ogni domanda […] premesso che non possono e non devono essere pubblicate e comunicate a terzi notizie afferenti gli atti istruttori nella fase delle indagini preliminari, i miei assistiti indiranno una conferenza stampa.

Diversi giorni fa era stato proprio Domenico De Pasquale, rompendo il silenzio durante un'intervista al tg regionale pugliese per la presentazione di un film, pronunciava un'affermazione piuttosto criptica in merito alla vicenda, ribadendo come il suo ruolo fosse quello di attore e non di giornalista. Una affermazione che lascerebbe quasi intendere come Fabio e Mingo non fossero altro che semplici esecutori di servizi studiati e architettati da altri. Nel frattempo Striscia La Notizia ha chiesto aiuto ai telespettatori per poter scovare i complici che avrebbero aiutato Fabio e Mingo a impacchettare i presunti servizi fasulli.

20 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views