C'è anche Elvis Esposito in "Capri Rendez-Vous" l'ultima perla di LIBERATO e di Francesco Lettieri. L'attore, interprete di Marcello Solara nella serie "L'Amica Geniale", è il protagonista maschile della serie da cinque episodi, usciti nella notte tra il 9 e il 10 maggio, "Capri Rendez-Vous" e che accompagna l'uscita del primo album del progetto che fa capo al misterioso artista partenopeo. Attualmente impegnato sul set della seconda stagione della serie tratta dalla saga letteraria di Elena Ferrante, abbiamo raggiunto telefonicamente l'attore per parlare di "Capri Rendez-Vous" e della singolare coincidenza che lo porta a lavorare sempre in progetti in cui l'autore è avvolto dal mistero.

Dal mistero di Elena Ferrante al mistero di Liberato. Elvis, permetti una battuta: sei diventato il volto dei progetti che non hanno un volto. 

Sì, ci ho fatto caso pure io. È una bella coincidenza, in pratica io non so mai per chi lavoro.

E va da sé, che sul set, così come Elena Ferrante, non si è fatto vedere neanche LIBERATO. 

Assolutamente no. È un altro bel mistero della città di Napoli. Nessuno sul set di "Capri Rendez-Vous" conosce l'identità di LIBERATO, proprio come per Elena Ferrante sul set de L'Amica Geniale.

Conosciamo però il regista, che è Francesco Lettieri, grande anima del progetto. Come è stato lavorare per lui? 

Francesco Lettieri è assolutamente eccezionale. Quando mi ha proposto il ruolo, ho accettato senza pensarci due volte perché sapevo che avremmo fatto qualcosa di bellissimo.

Come hai lavorato sul personaggio di Carmine, il barcaiolo protagonista che si innamora dell'attrice francese?

Francesco mi ha dato grande libertà ed io ho provato a costruire il personaggio puntando tutto sul suo essere un isolano, dotato quindi di una visione non ristretta ma che spesso basta a se stessa. Un uomo il cui mondo è tutto circondato dall'acqua e che si scontra con una donna, di un vissuto completamente diverso, che per questo gli lascia crollare ogni certezza e che lui amerà per sempre.

Per il personaggio di Marcello Solara, hai dichiarato che ti sei ispirato a Joe Pesci. E per Carmine? 

Ho studiato molto le persone che stanno sull'isola. Ho provato a fare questo lavoro personale, senza guardare a nessun altro riferimento nel passato o nel presente del cinema.

Sei attualmente impegnato sul set della seconda stagione de "L'Amica Geniale"? Come vanno le riprese? 

Stanno andando benissimo. Saverio (Costanzo, ndr) sta portando tutto a un livello successivo, è davvero un grande.

E Marcello Solara? Anche lui sta portando la sua cattiveria a un livello successivo? 

Marcello non smentisce i suoi sentimenti per Lila, allo stesso modo non smentisce la sua indole. Non voglio spoilerare nulla, anche perché ci sono comunque i libri che già lo fanno, ma ci saranno tantissime sorprese.

Ed Elena Ferrante non si è vista sul set…

Te l'ho detto, io non so per chi lavoro!