Una delle serie di maggior successo totalmente made in Italy sta tornando sul piccolo schermo. La terza stagione della saga ideata da Stefano Accorsi, con il successo di 1992, sta per approdare su Sky con il suo terzo capitolo: 1994. Leonardo Notte e gli altri personaggi della serie che descrive l'Italia di Tangentopoli sono pronti a raccontarsi nuovamente ed appassionare i fan delle stagioni precedenti, a partire dal teaser diffuso da Sky Original. Le vicende dei protagonisti, ovvero Stefano Accorsi, Guido Caprino e Miriam Leone, si svilupperanno in quello che è stato definito l'anno della rivoluzione, il momento in cui l'Italia cambierà volto dal punto di vista politico, economico e anche mediatico. Il 1994 è, a tutti gli effetti, l'anno della svolta e in questo terzo capitolo vedremo come le contingenze esterne avranno delle ripercussioni sulle singole vite dei personaggi che, come abbiamo visto nelle precedenti stagioni, finiranno per incontrarsi pur perseguendo degli obiettivi che non coincidono gli uni con gli altri, tracciando le loro storie personali, sebbene queste finiscano sempre per intrecciarsi.

Cosa accadrà in 1994

In 1994 Leonardo Notte dovrà cercare di mantenere il prestigio e il potere da lui conquistato, ma non sarà il solo, anzi, si può dire che il tema portante dei nuovi episodi sia proprio la capacità di trattenere ciò che, con ambiguità e sotterfugi, i tre protagonisti erano riusciti ad accaparrarsi negli anni passati. Lo stesso Caprino, infatti, dovrà fare i conti con quel lato di sé che ha dovuto reprimere per conquistare un ruolo, seppure minimo, in una società dove era sempre stato etichettato come un nullafacente, continuamente arrabbiato con la vita. Allo stesso modo Miriam Leone, ossia Veronica che nei precedenti episodi della serie vestiva i panni di una donna disinibita, ma arrivista, sarà disposta a tutto pur di raggiungere il successo, usufruendo di ogni mezzo a sua disposizione, ma stavolta non più nei panni della "donna di", bensì ricoprendo un ruolo che possa darle prestigio fin da subito e in cui sia davvero in primo piano; ed è questo momento che inizia la narrazione della realtà storica di quegli anni, con l'avvento di Forza Italia e l'avanzare del suo fondatore: Silvio Berlusconi.

Sarà l'ultima stagione

Questa sarà l'ultima stagione, come già era stato annunciato dal protagonista alla fine delle riprese di 1993, dal momento che l'obiettivo di questo prodotto era quello di raccontare in maniera quanto mai fedele, seppur arricchita da quel pizzico di "romanzo" necessario per accattivare il pubblico, la storia recente, la storia in un paese che nel giro di qualche anno ha cambiato la sua sorte, le sue fattezze. Nel cast sono stati riconfermati anche i personaggi di Antonio Gerardi, nei panni del magistrato Antonio Di Pietro e Dario Scaglia nel ruolo di Ludeno.