Dottoressa Giò 4‘ si farà. La notizia non giunge inaspettata. In fondo sia Giancarlo Scheri, direttore di Canale5, che Barbara D'Urso si sono sempre detti favorevoli a portare in tv la quarta stagione della serie televisiva che narra le vicende di Giorgia Basile. Tuttavia, in queste ore ci ha pensato la conduttrice a dissipare ogni dubbio.

Barbara D'Urso tornerà a interpretare Giorgia Basile

Nel corso di un incontro con i giornalisti per presentare il suo nuovo programma ‘Live – Non è la D'Urso‘, Barbarella ha dato una notizia che farà molto piacere ai suoi tantissimi fan. Tornerà a indossare il camice di Giorgia Basile. Si preannuncia, dunque, un altro intensissimo anno per il volto di ‘Pomeriggio Cinque'. Le riprese, infatti, si terranno la prossima estate, negli unici mesi in cui la D'Urso può rifiatare dopo i tanti impegni televisivi. La nuova stagione della serie potrebbe andare in onda nel 2020. La conduttrice tiene molto a questo progetto perché, affrontando il tema della violenza sulle donne, ritiene possa essere d'aiuto per coloro che soffrono. All'Ansa, infatti, ha dichiarato:

"Spero davvero che questa serie possa aiutare in qualche modo le donne che soffrono o vivono una situazione di sopraffazione. Una serie che dedico a tutte loro, in primis a mia madre che non c’è più, ma anche agli uomini che devono imparare come amare e rispettare una donna".

La quarta stagione è in fase di scrittura

Giancarlo Scheri aveva già rassicurato i fan di Barbara D'Urso ben prima che terminasse la messa in onda della terza stagione. Il direttore di Canale5, infatti, aveva annunciato: “Siamo felici di riproporre questo classico della televisione, un medical di nostra produzione. Stiamo già scrivendo una seconda serie di questa nuova stagione, poi tutto dipenderà dal giudizio del pubblico”. Si era, infine, complimentato con l'attrice: "Barbara conferma una volta in più la sua grandezza e la sua duttilità, dimostrando il suo talento a 360 gradi. ‘Dottoressa Giò' si è dimostrato un prodotto d’appeal e di grande efficacia narrativa".