Un debutto scoppiettante per "Live – Non è la D'Urso". Perché? Perché è stato annunciato e ufficializzato tra gli ospiti della prima puntata Fabrizio Corona, proprio lui che con Barbara D'Urso è ai ferri corti da molto tempo per quella storia di gossip che coinvolse anche il figlio della conduttrice. Ma lo spettacolo deve continuare e allora, dato il clamore per l'affaire Riccardo Fogli, non c'è forse personaggio migliore del bel Fabrizio per cominciare il nuovo corso in prima serata di Barbara "Carmelita".

Le parole di Barbara D'Urso

"Vieni, vieni: vieni a te piglià ‘o perdono". Come Don Pietro Savastano di "Gomorra", la conduttrice, nel corso di un incontro ristretto con la stampa, ha confermato la presenza di Fabrizio Corona: "Verrà a chiedere il perdono. Ho accettato di averlo in trasmissione solo perché ha insistito e vuole chiedermi pubblicamente scusa per gli attacchi a me e alla mia famiglia".

L'obiettivo di Live – Non è la D'Urso

Si parla anche dell'obiettivo per quanto riguarda i risultati di questo nuovo progetto. Alla presenza di Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, si conferma che "Live – Non è la D'Urso" deve mantenere uno share del 12% e puntare a rilanciare Barbara D'Urso come uno dei pilastri della prima serata di Mediaset.

Questo è un prodotto di parola, un genere che spesso impiega tempo per conquistare il pubblico. Anche Fazio ha avuto bisogno del suo, spero di riuscirci raccontando storie e ascoltandole, facendo compagnia ai telespettatori la sera come già faccio il pomeriggio

Le scuse di Fabrizio Corona

In una intervista al “Corriere della Sera”, Fabrizio Corona ha chiesto ufficialmente scusa a Barbara D’Urso per le vecchie ruggini: “Non mi sono chiarito con Barbara, le devo delle scuse a lei e a suo figlio. Mi spiace per le cose che ho pubblicato su suo figlio”. Probabilmente si partirà proprio da questo in puntata, poi Barbara D'Urso indagherà i motivi che lo hanno spinto a presentarsi in videomessaggio a Riccardo Fogli: "È il punto più basso della mia carriera", ha raccontato Corona nella conferenza stampa da lui organizzata.