A quasi 30 anni di distanza torna in Tv, con dei nuovi episodi, "Beverly Hills 90210". L'ufficialità è arrivata nelle scorse ore con la pubblicazione, da parte di Fox, del primo mini-teaser dal quale si evince la prima grande novità: il titolo della serie perde il riferimento alla località californiana e resta solo "90210". Per il resto tutto sembra invariato, almeno nelle ambientazioni, con il sole splendente, le palme, i vialoni e il riff di chitarra indimenticabile che apre la sigla della serie televisiva adolescenziale per eccellenza.

Come vi avevamo già raccontato, "90210" non sarà a tutti gli effetti un reboot, bensì un mockumentary, nel quale gli attori storici dovrebbero sostanzialmente ripercorrere le vicende raccontate dalla serie decennale, andata in onda dal 1990 al 2000, raccontando le vicende dei loro personaggi a molti anni di distanza. E non a caso a lanciare la notizia bomba sono stati proprio gli attori del cast, condividendo il breve video di anticipazione della serie che tornerà nell'estate 2019. Da Jennie Garth a Tori Spelling passando per Brian Austin Green, fino a Jason Priestley. "Eccitatissimo di tornare a lavorare insieme a queste brave persone", scrive l'attore che tornerà nei panni di Brandon Walsh. "Non potrei essere più entusiasta di quanto sono all'idea di tornare insieme ai miei amici e compagni di classe", aggiunge Ian Ziering, alias Steve Sanders.

Luke Perry e Shannen Doherty non ci saranno

Al progetto che riporta in auge la serie simbolo degli anni Novanta parteciperanno tutti i protagonisti storici. O quasi, perché non può passare inosservata l'assenza dall'operazione CBS di due volti cardine della serie: Luke Perry, Dylan McCay in "Beverly Hills", e Shannen Doherty, che invece era Brenda, non saranno della partita.