L'arrivo dell'estate non fermerà la voglia degli appassionati di serie tv di concedersi qualche momento fuori dal mondo e di immergersi nella visione di nuove ed entusiasmanti avventure, e per gli amanti del genere fantasy, l'ultimo arrivo su Netflix è davvero una manna dal cielo. A partire da oggi, 17 luglio 2020, è disponibile nel catalogo della piattaforma "Cursed", la nuova serie di ambientazione fantastica che ha già entusiasmato il pubblico e che potrebbe diventare tra le più amate del momento. Dettaglio non ininfluente la presenza di Katherine Langford, la Hannah Baker di "Tredici", senza dubbio la serie tv più discussa degli ultimi anni.

La leggenda di Re Artù raccontata da una donna

Si tratta di una rivisitazione della leggenda di Re Artù, riscritta in un modo completamente inedito e riletta da un punto di vista femminile, che si affida allo sguardo di Nimue, colei che diventerà la futura Dama del Lago. La prima serie composta da dieci episodi è stata realizzata dalla penna di Frank Miller, autore anche della graphic novel realizzata in contemporanea al debutto della serie tv. Il mito di Artù potrebbe sembrare quasi inflazionato, tante sono state le trasposizioni televisive e cinematografiche fatte nel corso degli anni, ma stavolta quello che si racconta è una versione quasi inedita, che ruota sempre attorno ad Excalibur, la famosa spada nella roccia, eppure con dettagli completamente nuovi rispetto alla narrazione a cui siamo abituati.

Nimue è interpretata dalla protagonista di Tredici

Katherine Langford è Nimue la giovane e affascinante protagonista di questa storia che si sviluppa tra mistero, azione e avventura. Appartenente alla famiglia Fey, e dotata di poteri magici come tutte le donne della sua famiglia, è stata costretta ad assistere alle persecuzioni da parte di coloro che le ritenevano streghe, nonostante potessero aiutare gli abitanti del loro villaggio e di quelli vicini, proprio grazie alla magia. Per evitare di essere perseguitata, l'eroina decide di scappare dal villaggio in cui è nata, ma in realtà il suo destino è già segnato. Sul suo cammino, infatti, incontra i Paladini Rossi, dei soldati inviati da Re Uther mandati con il compito di sterminare la sua famiglia e tutti coloro che li proteggono: quando anche il suo villaggio incontra questa sorte, la madre di Nimue le affida un compito importante, ovvero consegnare una spada che sembra avere qualcosa di diverso dalle altre, e l'unico a doverla prendere tra le sue mani dovrà essere Merlino. Eppure, quest'ultimo non è il solito mago che conosciamo tutti, ma è un uomo dedito ai vizi, all'alcol, che vuole allontanarsi dalla magia, ma l'aura di quella potente spada sembra essere incontenibile e chiamarlo a sé in maniera insistente. Sarà per l'appunto Nimue a consegnargliela, sfuggendo ad un Monaco dalla ferocia inenarrabile, e intanto ad accompagnarla in questo lungo viaggio ci sarà un giovane cavaliere che, durante il tortuoso percorso, non potrà non invaghirsi di lei. Questo prode condottiero si chiama Arthur, ed è proprio lui, il futuro Re Artù.