1.926 CONDIVISIONI
La morte di Raffaella Carrà a 78 anni
7 Luglio 2021
07:51

Cristiano Malgioglio, l’ultima chiamata con Raffaella Carrà: “Non capii che mi stava dicendo addio”

Il paroliere ed ex concorrente del GF Vip ricorda commosso l’ultimo incontro con Raffaella Carrà e l’ultima telefonata, appena un mese prima della sua morte. Anche a lui, amico e collega da decenni, aveva scelto di tenere nascosta la sua malattia: “‘Non cambiare mai’, mi disse. Ora so che era un messaggio di addio per me”.
A cura di Valeria Morini
1.926 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di Raffaella Carrà a 78 anni

Cristiano Malgioglio è scoppiato a piangere a La vita in diretta, dopo la morte dell'amica e sodale Raffaella Carrà. Colei che definisce "la televisione": autore di brani portati al successo come Forte, forte, forte (sigla del programma Gran varietà) e A far l’amore comincia tu, ha raccontato ad Adnkronos l'ultima telefonata con la Carrà, appena un mese prima della sua morte inattesa a causa di una malattia. Il ricordo è commovente:

Non ricordo cosa le dissi, l’avevo salutata e lei aveva riso come sempre. A un certo punto aggiunse: ”Ti prego Cristiano, quando arrivi tu la televisione cambia colore, non cambiare mai’. Allora non capii cosa volesse dirmi, non mi aveva mai parlato così, ma ora so che quello era un messaggio di amore, di addio per me. Ogni volta che ci ripenso mi commuovo. Raffaella era un’artista completa, sapeva fare tutto: stare in scena, ballare, cantare, recitare donne. Un po’ come Loretta Goggi e Rita Pavone. Era una donna forte che ha sacrificato la sua vita personale per il lavoro. Oggi non solo la stampa italiana ma anche quella estera parlano della scomparsa della Carrà e questo non è mai avvenuto per nessuno.

L'ultimo incontro

L'ultima volta che Malgioglio ha visto Raffaella dal vivo è stata invece poco dopo la sua uscita dal Grande Fratello Vip: "Aveva fatto una cena per me, è stata meravigliosa. Le raccontai tante cose e abbiamo riso come matti. Raffaella con me si divertiva molto, aveva il dono della risata. A casa era una donna normalissima, non era la star che tutti conosciamo. Era la persona più semplice che potesse esistere". Nemmeno lui sapeva del male che affliggeva la conduttrice: "La sua morte mi ha spiazzato, non mi ha mai parlato della sua malattia, sono stato malissimo". La Carrà ha voluto lasciare la notizia nel più stretto riserbo.

L'appello di Malgioglio per intitolare studi Rai a alla Carrà

I funerali di Raffaella Carrà si terranno venerdì 9 luglio, presso Santa Maria in Ara Coeli in piazza del Campidoglio. Oggi il corteo funebre che si fermerà nei luoghi che l'hanno vista protagonista, dall'Auditorium Rai del Foro Italico  alle sedi Rai. E si moltiplicano gli appelli per un omaggio all'artista. Se Milly Carlucci ha proposto proprio l'intitolazione alla Carrà del Foro Italico, anche Malgioglio fa una richiesta simile: "Mi piacerebbe che la Rai le dedicasse gli studi di via Teulada, vorrei che li chiamassero ‘Raffaella Carrà’" .

1.926 CONDIVISIONI
45 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni