Dopo Ballando con le stelle, il programma condotto da Milly Carlucci, anche altri due programmi Rai sono stati momentaneamente sospesi a causa dei positività al Covid. Lo scrive Il Tempo che spiega come sia Elisir che I soliti ignori hanno dovuto attivare il protocollo dopo che sono stati accertate le positività di persone appartenenti al personale esterno che collabora con la produzione dei due programmi. Positività riscontrata, per quanto riguarda Elisir con un test molecolare mentre per I soliti ignoti con un tampone rapido. L'azienda, quindi, è stata obbligata a far scattare il protocollo e tutte le misure di sicurezza che prevedono sanificazione dei locali, tamponi a tutti e la sospensione cautelativa delle produzioni.

Quando torneranno in onda I soliti ignoti ed Elisir

"Sono in corso i tracciamenti da condividere con la Sanità Pubblica per il conseguente percorso di tutela dei lavoratori" scrive il quotidiano romano. Il programma condotto da Amadeus avrebbe dovuto cominciare il 13 settembre con uno speciale vip in prime time, ma vista l'impossibilità di realizzarlo in diretta sarà sostituito dal film di Gabriele Muccino "A casa tutti bene" scrive Il Fatto Quotidiano, che conferma, però, la messa in onda delle puntate previste per l'access time, dal momento che ci sono una serie di puntate registrate che possono essere già trasmesse. Resta da capire, però, se queste puntate riusciranno a coprire il periodo in cui si potrà ricominciare a girare.

Il rinvio di Ballando con le stelle per Covid

Più complessa, al momento, la situazione per quanto riguarda il programma di Rai3 condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi che va in onda in diretta. Probabilmente, quindi, la trasmissione dedicata alla salute sarà sostituita momentaneamente con un altro programma del palinsesto, in attesa che tutto possa riprendere in condizioni di sicurezza. Un bel problema per la Rai che aveva dovuto già rimandare la partenza di Ballando con le stelle, uno dei suoi programmi di punta, a causa della positività del ballerino Samuel Peron e del pugile Daniele Scardina.