Anche Un Posto al Sole si ferma per l'emergenza coronavirus. Come era logico aspettarsi, sono state sospese le riprese della soap di Rai3 ambientata a Napoli, in ottemperanza alle disposizioni governative per evitare il contagio, che di fatto ha bloccato la maggioranza dei programmi Rai realizzati in studio, ad eccezione di alcune produzioni prolungate, come Storie Italiane e La Vita in Diretta, che copriranno rispettivamente la fascia mattutina e pomeridiana di Rai1 nei prossimi giorni.

Repliche di Un posto al sole dal 13 aprile

La notizia, ampiamente prevedibile, è arrivata nelle ultime ore e Un Posto al Sole andrà in onda con nuovi episodi fino al 10 aprile, per poi lasciare spazio alle repliche a partire dal 13 aprile, salvo novità nelle prossime settimane che permettano il ritorno al lavoro di attori e tecnici.

La produzione aveva provato a fronteggiare l'emergenza in una prima fase, limitando al massimo i contatti tra gli attori del cast, come vi avevamo dato notizia nei giorni scorsi. Erano previste solo scene nelle quali gli attori potessero recitare "a distanza di sicurezza", vale a dire a un metro tra loro. Lo stesso valeva per gli addetti ai lavori, i registi, i segretari di edizione e tecnici presenti sul set, per un totale di oltre 20 persone.

Le proteste sul set per l'emergenza coronavirus

Misure rese inutili dall'inasprimento dei provvedimenti governativi per evitare il contagio che nelle ultime ore hanno reso di fatto totale il lockdown in tutta Italia, raccomandando tutta la popolazione di restare a casa. Misure che in effetti non avevano soddisfatto tecnici e attori, dato che Fanpage.it aveva appreso di malumori all'interno della troupe, sia da parte dei tecnici che degli attori impegnati nella più longeva soap a livello nazionale attualmente in onda.