71 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

“Ciao Darwin è la fine dell’umanità”, l’amaro commento allo show di Bonolis

Craig Silverman, esperto analista web canadese e direttore del sito BuzzFeed Canada, ha denigrato pubblicamente “Ciao Darwin”, dimostrandosi basito rispetto ai contenuti dello show in questione. Nonostante la polemica, la sua reazione improvvisa non è detto sia necessariamente un segnale negativo.
A cura di Andrea Parrella
71 CONDIVISIONI
Immagine

Ciao Darwin è uno degli show più seguiti di questa stagione, certamente quello preferito dal pubblico di Canale 5, che probabilmente riesce ad andare oltre i suoi standard di ascolti e share solo quando è Paolo Bonolis a stare davanti al piccolo schermo ad intrattenere i telespettatori.

L'ultima puntata andata in onda lo scorso venerdì ha coinciso con il miglior risultato d'ascolti della stagione per Ciao Darwin, in grado di battere anche la concorrenza su Rai 1 di Laura e Paolalo show con la Pausini e la Cortellesi. Ma a quanto pare la quantità non corrisponde sempre alla qualità e se uno straniero si ritrova a guardare la televisione italiana può capitare che si ritrovi ad avere una percezione un po' straniante di quello che stia accadendo. Figurarsi se si tratta di un esperto di media come Craig Silverman, uno dei più attivi e sagaci analisti del web, direttore del sito BuzzFeed Canada e fondatore di Emergent.info, un sito di verifica di veridicità e in tempo reale di notizie e voci che circolano sul web. lo scorso venerdì Silverman si trovava a Perugia per il Festival Internazionale del Giornalismo ed evidentemente si è trovato a guardare per una sera la televisione nostrana, così da scoprirne le caratteristiche. E il suo giudizio sul circo di Ciao Darwin merita certamente attenzione.

Due i tweet di Silverman, a dir poco lapidari, di giudizio in merito alla trasmissione condotta da Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Prima ha pubblicato alcuni screen dello show, compreso quello con Madre Natura Romina….., allegando questa didascalia: "C’è uno show sulla tv italiana chiamato Ciao Darwin ed è probabilmente la fine dell’umanità". Parole che non lasciano spazio a grandi interpretazioni, se non il fatto che il mondo che Bonolis ci presenta all'interno di una palla di cristallo e nel quale ci concede di entrare insieme a lui per qualche ora, possa in realtà essere un esperimento televisivo interessante, al punto da portare Silverman a rispondere così ad un utente che gli precisa come si possa trattare di tv spazzatura, ma con una presentazione degna di questo nome: "Non posso credere ai miei occhi, anche se non ho idea di cosa stia accadendo”. 

A una prima impressione il giudizio di Silverman potrebbe apparire categoricamente negativo, ma la verità è che il suo stupore nei confronti di Ciao Darwin nasconde anche l'essenza stessa dell'intrattenimento televisivo, ovvero lasciare il telespettatore interdetto davanti a ciò che trova in tv. L'imprevedibilità non è un fattore necessariamente negativo e che uno show nato negli anni '90 riesca a suscitare questa sensazione, è un dato che Bonolis e i suoi autori potrebbero interpretare come grande attestato di stima.

71 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views