721 CONDIVISIONI
14 Settembre 2015
11:21

Chi è Michele Riondino, il figlio di un operaio ex Ilva che oggi è il giovane Montalbano

Figlio di un operaio ex Ilva, interessato alle questioni ambientali legate alla sua terra, Taranto, il suo destino sembrava fosse proprio quello di finire in fabbrica ma poi qualcosa è cambiato. La scheda di Michele Riondino, da stasera impegnato nella seconda stagione de “Il Giovane Montalbano”.
721 CONDIVISIONI

I problemi della sua città, Taranto, se li porta sulle spalle, ne parla liberamente, ne ha prestato faccia e voce anche per il controConcertone del Primo Maggio di due anni fa tenutosi proprio al Parco Archeologico delle Mura Greche, per sensibilizzare ed informare sul disastro e la devastazione dell'Ilva. Lui è Michele Riondino, torneremo ad apprezzarlo da questa sera quando su Rai 1 andrà in onda la prima puntata de "Il giovane Montalbano 2", i nuovi episodi dello spin-off tratto dall'opera di Andrea Camilleri, tutti incentrati sulla vita del commissario di Vigata prima che "diventasse Luca Zingaretti". Eppure il destino appariva segnato per Michele, 35 anni, figlio di Franco ex operaio all'Ilva e di Mirella, casalinga, doveva finire proprio in fabbrica, al posto di suo padre, come suo fratello Fabio. Diversa è stata la strada per il terzo figlio, Valerio, che lavora in un call center. Ma è un mondo "umile ma onesto" per dirla alla Troisi, quello di Michele Riondino che ad un passo dalla maturazione definitiva, è oggi un attore senza capricci da star forte di una grande coscienza civile, nata in seno alle origini della sua famiglia. Non è un caso se la sua migliore interpretazione al cinema resta quella di "Acciaio" di Stefano Mordini, tratto dal romanzo di Silvia Avallone, operaio costretto a turni massacranti in fabbrica.

In questa seconda stagione, troveremo un Montalbano "meno giovane", il rapporto di coppia con la sua fidanzata Livia (Sarah Felberbaum) vede le nozze alle porte ma non sarà tutto semplice, non lo sarà neanche in relazione al rapporto d'amicizia, un legame saldo ma conflittuale, con Mimì (Alessio Vassallo). Nella prima puntata in onda questa sera, "L'uomo che andava appresso ai funerali" (tratto dal racconto di Andrea Camilleri "Doppia indagine"), il commissario e la sua squadra indagheranno sull'omicidio di Pasqualino Cutufà, un uomo che passava il tempo andando a tutti i funerali di Vigata. Nel mentre, il rapporto con Livia rischierà di incrinarsi perché Salvo Montalbano sospetta del tradimento con un altro uomo.

Michele Riondino, la vita con Eva Nestori e la piccola Frida

Anche la vita privata di Michele Riondino è, in un certo senso, "fuori dagli schemi". Innamorato e fidanzato con Eva Nestori, make-up artist, i due hanno avuto una figlia, la piccola Frida di 19 mesi. Il nome è stato scelto in onore della pittrice messicana, Frida Khalo, come riferito proprio dall'attore nel corso di una delle sue recenti interviste. Per adesso niente matrimonio in vista per i due, per scelta dato che non credono nell'istituzione.

721 CONDIVISIONI
Ascolti tv, effetto Titanic ma vince Il giovane Montalbano
Ascolti tv, effetto Titanic ma vince Il giovane Montalbano
"Il Giovane Montalbano" batte ancora Zalone e Rai Uno vince la gara d'ascolti
Il giovane Montalbano in replica visto da 5 milioni di spettatori, batte ancora Il Segreto
Il giovane Montalbano in replica visto da 5 milioni di spettatori, batte ancora Il Segreto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni