11 Agosto 2021
14:17

Che fine ha fatto il pupazzo Uan, il peluche di Bim Bum Bam è stato rubato

Fino ad alcuni anni fa il pupazzo originale di Uan era custodito nelle teche della Scuola di Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, alla quale era stato donato insieme ad altri peluche iconici della storia della tv italiana per bambini, ma nell’ottobre del 2015 Uan, Five e Four sono stati rubati e mai più ritrovati. Protagonista di diverse edizioni di Bim Bum Bam, Uan ha avuto negli anni diverse versioni, nonostante quella originale presentata in tv fosse quella custodita nelle teche della “Aldo Grasso”. Essendo di fattura artigianale tuttavia, le copie si contano sulle dita di una mano.
A cura di Giulia Turco

Era il 1983 quando Uan ha fatto la sua prima apparizione in tv diventando il protagonista indiscusso di Bim Bum Bam, il programma per bambini nel quale ha esordito al fianco di Paolo Bonolis. Lo storico peluche dai colori sgargianti e le sembianze canine accompagnava il pomeriggio dei ragazzi tra compiti, giochi e qualche capriccio fino a quando il conduttore, che Uan amava scherzosamente chiamare "Pìolo", lo rimetteva prontamente in riga. Chiunque si sia alternato al suo fianco in studio, da Licia Colò a Manuela Blanchard e Carlotta Pisoni Brambilla, si è affezionato al pupazzo (il cui nome era l'italianizzazione di "One", in onore di Italia 1), doppiato in origine da Giancarlo Muratori. Negli anni la sua immagine è rimasta iconica, nonostante il peluche originale sia sparito dalla circolazione, in seguito ad un furto in anni recenti.

Il furto del peluche Uan mai più ritrovato

Fino al 2005 il pupazzo originale di Uan era custodito nelle teche della Scuola di Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, insieme ad altri peluche iconici della storia della tv italiana per bambini. La sua ultima apparizione pubblica risale al 30 settembre di quell'anno quando Paolo Bonolis lo portò con sé nello studio di Matrix, ai tempi condotto da Enrico Mentana. Appena un mese dopo Uan è stato rubato insieme ai pupazzi di Four e Five e da allora non si hanno più avuto sue notizie. "Evidentemente o su commissione o dei fan esasperati si sono indotti nei locali e hanno rubato guarda caso soltanto i nostri pupazzi", ha provato a spiegarsi Enrico Valenti del Gruppo 80 al sito Ilovevisititaly. "Da una parte può essere un elemento di soddisfazione per me, perché vuol dire che veramente abbiamo fatto qualcosa che ha toccato l’animo delle persone; però non bisogna appunto superare certi limiti". 

Il pupazzo Uan ha alcuni cloni in circolazione

Protagonista di diverse edizioni di Bim Bum Bam, Uan ha avuto negli anni diverse versioni, nonostante quella originale presentata in tv fosse quella custodita nelle teche della "Aldo Grasso". Essendo di fattura artigianale tuttavia, le copie si contano sulle dita di una mano. Una di queste è stata donata a Manuela Blanchar che lo custodisce con affetto, come ha raccontato in un'intervista a Radio Cusano Tv lo scorso febbraio: "Sia Giancarlo Muratori che era la persona che dava la voce a Uan, sia Paolo Bonolis erano persone autentiche ed era molto bello lavorare con loro. Era tutto molto spontaneo. Sono stati anni fantastici e abbiamo vinto 3 Telegatti", ha raccontato. "Uan è stato il più bel pupazzo in assoluto tra tutti quelli che sono stati fatti, perlomeno in Italia. Ho il privilegio di averlo a casa mia. Non c’era solo un pupazzo di Uan, ce n’erano tanti perché veniva sfruttato, toccato e si rovinava. Che onore averlo avuto in dono!". Una copia di Uan è apparsa nel 2008 in un'intervista si Paolo Bonolis a Le Iene, mentre l'ultima curiosa apparizione dell'iconico personaggio risale al 2019, in uno dei trailer della terza stagione di Stranger Things, serie tv di Netflix.

Che fine ha fatto Alessia Marcuzzi? Per lei un futuro in Rai
Che fine ha fatto Alessia Marcuzzi? Per lei un futuro in Rai
Che fine ha fatto Super Vicky: cosa fa oggi l'attrice Tiffany Brissette
Che fine ha fatto Super Vicky: cosa fa oggi l'attrice Tiffany Brissette
Che fine ha fatto Kaori, la protagonista giapponese dello spot anni 90 del Philadelphia
Che fine ha fatto Kaori, la protagonista giapponese dello spot anni 90 del Philadelphia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni