Molto polemico Enrico Nigiotti che alla fine della sua esibizione lancia una frecciatina al Festival per averlo messo, ancora una volta a mezzanotte: "È mezzanotte ma sono ancora svegli dopo la canzone" ha detto Nigiotti mentre lasciava il palco, rivolto a Claudio Bisio che era entrato per salutarlo e presentare il concorrente successivo, in evidente polemica con gli organizzatori. Il cantante aveva appena finito la sua esibizione, che era andata bene, forse anche per la rabbia che aveva dentro.

Già nel pomeriggio aveva lasciato intendere un certo fastidio, in coda a un pezzo in cui parlava della sua canzone e dell'orgoglio per aver partecipato al Festival: "Eccomi qua .. Sono orgoglioso di aver partecipato al Festival di Sanremo con questa canzone che farà sempre parte del mio presente più di ogni altra canzone che ho scritto fino adesso. Spero che questa settimana sia riuscita a portare nel mio mondo chi prima non c’era e di aver dato qualcosa in più a chi già c’era. Ma sono sicuro che è andata proprio così. Grazie davvero ps Ci vediamo STANOTTE".

Il nervosismo di Nigiotti è comprensibile se si conta la tensione dei cantanti durante questa finale, una serata in cui si giocano tanto, talvolta una carriera. Infatti chi si esibisce più tardi ha meno pubblico che lo guarda, visto che a un certo punto della serata c'è un calo fisiologico di chi è davanti alla tv e così ha un bacino meno ampio da cui poter raccogliere voti per salire su in classifica. E Nigiotti è stato spesso sfortunato: anche se è uno di quelli che ha già vinto un Premio, ovvero il Premio Lunezia, dedicato ai testi, per una canzone dedicata al nonno.

Anche Drigo dei Negrita si era lamentato proprio per questo problema e in un post sui social aveva scritto: "Poco ma sicuro, questa classifica non mi piace. E non mi piace suonare per ultimo. È penalizzante. Facile, così..per qualcun altro".