Anche Laura Pausini ha voluto fare gli auguri a Pippo Baudo nel giorno del suo ottantatreesimo compleanno. La cantante non solo gli ha dedicato un videomessaggio pubblicato sui social ma è intervenuta in collegamento durante il programma di Rai1 ‘Buon compleanno Pippo‘. L'artista non è riuscita a trattenere la commozione.

Il messaggio per Pippo Baudo

Su Twitter, Laura Pausini ha voluto rivolgere un tenero pensiero a Pippo Baudo: "Oggi è il 7 giugno, è il compleanno del mio amato Pippo Baudo. Tantissimi auguri, stasera guardiamo tutti il tuo programma su Rai1". La carriera della cantante romagnola è decollata dopo la vittoria del Festival di Sanremo 1993. Si presentò nella categoria ‘Novità' con la canzone ‘La solitudine‘. Fu proprio Pippo Baudo a premiarla e a prevedere per lei una brillante carriera. Non si è sbagliato.

Si commuove ricordando i suoi esordi e il ruolo di Baudo

Laura Pausini è intervenuta a ‘Buon compleanno Pippo', la serata che Rai1 ha organizzato per rendere omaggio ai 60 anni di carriera del conduttore e festeggiare i suoi 83 anni. La cantante, purtroppo, ha potuto essere presente solo in collegamento. Si è scusata e ha assicurato che avrebbe voluto prendere parte fisicamente alla serata con tutto il cuore, ma non le è stato possibile. Poi ha ricordato gli esordi della sua carriera.

Aveva solo 18 anni quando la sua splendida voce le diede la possibilità di salire su un palco importante come quello dell'Ariston. Ragazza timidissima, non fu facile per lei affrontare la prima esibizione. Fu Pippo Baudo a consigliarle come fare. Laura Pausini, prima di iniziare il suo racconto, si è commossa e ha esclamato: "Che roba, dopo così tanti anni". Poi ha svelato il consiglio che il conduttore le diede: "Mi hai detto che dovevo pensare a perché avevo scelto quella canzone e non dovevo pensare alle telecamere. E infatti, a Sanremo ho fatto così". Pippo Baudo ha concluso: "E infatti a Sanremo hai cantato tranquillamente, hai entusiasmato i professori d'orchestra, per la prima volta si sono alzati per applaudirti. Così è nata una stella mondiale".