Non è un mistero che tra Bruno Vespa e Pippo Baudo ci siano rapporti tesi. Perlomeno non lo è dal 2011, quando i due condussero insieme Centocinquanta, programma pensato per la celebrazione dei 150 anni dall'unità d'Italia e molti sanno come andò a finire, tra insulti e un acceso diverbio. Il conduttore di Porta a Porta è tornato a parlarne in un'intervista a Vieni da Me, il programma del primo pomeriggio di Rai1 condotto da Caterina Balivo, rispondendo con molta sincerità in merito al suo rapporto con col Pippo nazionale e sottolineando come di personale ci fosse poco o nulla, ma che anzi quella lite scaturì dall'insuccesso di un'operazione televisiva sbagliata: "Io ho voluto molto bene a Pippo – ha detto Vespa – fa parte della storia della tv, ma quella trasmissione che facemmo insieme non funzionò". Quindi il giornalista ha aggiunto:

Fu per colpa nostra, sia mia che di Pippo. Andò malissimo, proprio male male. Era sbagliata la coppia.

Le ragioni della lite

Sono tante le ricostruzioni di quei momenti ipotizzate nel corso degli anni, ma molti ricordano i momenti di freddezza delle battute finali di quel programma, culminati con una furiosa lite nel dietro le quinte (con tanto di insulti e sputi, stando alle voci di corridoio). A quanto pare a far inviperire Vespa fu la comparsa del volto di Michele Santoro tra i protagonisti della storia della Rai, in sequenza vicino a quelli di Mara Venier, Massimo Giletti, Carlo Conti e tanti altri. La cosa non fu gradita a Vespa, che in quegli anni viveva una certa rivalità in Rai con il conduttore di Annozero, uno padrone di casa di quella che veniva definita la terza camera, ovvero il salotto di Porta a Porta, l'altro che invece faceva la voce fuori dal coro mettendo con un progetto televisivo che l'ha poi portato ad uscire dalla Rai sbattendo la porta.

Baudo parlò di Vespa nel 2017

Negli anni anche Baudo è tornato a parlare della lite con Vespa. Lo aveva fatto con tono derisorio nel 2017, commentando la lettera del giornalista al Cda Rai per chiedere che il suo compenso non venisse tagliato: "Una dichiarazione clamorosa – aveva detto Baudo – Abbiamo scoperto che Vespa è un comico, lo sospettavamo, ora ne abbiamo la prova".