Gli spettatori attivi sui social non hanno potuto fare a meno di notare quanto accaduto a Pomeriggio5 qualche minuto fa. La conduttrice Barbara D’Urso e i Casa Surace hanno risposto insieme al tormentone lanciato dal collettivo The JackaL che, come già accaduto con Sanremo lo scorso anno, ha dato il via all’operazione #Mimicchio. Si tratta di una parola apparentemente senza senso ma che in realtà risponde a una precisa richiesta del noto gruppo di video maker napoletani.

L’operazione X Factor

L’operazione X Factor è partita con un video realizzato dai JackaL e condiviso sui social. Mostra Mara Maionchi rifiutarsi, al contrario di Lodo Guenzi e Alessandro Cattelan, di salutare “Titina la Dinosaura”, la sfida lanciata dai videomaker all’inizio dell’edizione in corso del celebre talent show di Sky. L’invito era arrivato da parte di Fedez che, come i colleghi, aveva manifestato così l’intenzione di aderire alla campagna realizzata dai JackaL. Con l’“affronto” della Maionchi, Ciro Priello, Simone Ruzzo e Fru hanno mobilitato la rete affinché l’appello arrivasse il più lontano possibile. L’adesione del giudice di X Factor non è ancora arrivata, ma il gruppo incassa oggi quella della D’Urso.

Gnigni a Sanremo

Un’altra iniziativa di grande successo finì per arrivare addirittura sul palco di Sanremo nel corso dell’ultima edizione condotta da Claudio Baglioni, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker. La parola “gnigni”, apparentemente casuale, ha permesso ai JackaL di impossessarsi del palco dell’Ariston. È stato Favino il primo a pronunciare il tormentone sul palco, seguito da numerosi ospiti, dal maestro Beppe Vessicchio al cantante Giuliano Sangiorgi. Coinvolta e divertita anche Michelle Hunziker che, parafrasando un filmato realizzato dai videomaker, ha più volte chiamato il collega di palco con il nome Fru.