Barbara d'Urso non ha intenzione di scendere in politica, almeno non per il momento. La conduttrice infatti non avrebbe nemmeno preso in considerazione di lasciare la tv e i suoi programmi, ai quali è profondamente legata. Lo ha chiarito con un video pubblicato sul suo profilo Instagram, visto che da giorni, dopo la sua intervista rilasciata al settimanale Oggi, la notizia di una sua presunta discesa in politica rimbalza da un sito web all'altro. "Prima o poi lo farò", aveva risposto la d'Urso, lasciando spazio alla fantasia di chi già l'aveva immaginata candidarsi per Forza Italia.

La politica non è nei piani di Barbara d'Urso

Al momento nessuno spazio per pensare alla politica. Barbara d'Urso fa chiarezza, spiegando ai suoi fan che non ha nessuna intenzione di lasciare la tv, dove resterà ancora a lungo. La conduttrice ha voluto mettere un punto alla questione, chiarendo di non essere interessata a scendere in campo con un partito o l'altro, forse tra qualche anno se ne riparlerà:

Qualche giorno fa ho fatto un’intervista per il settimanale Oggi. Ho dichiarato che mi hanno chiesto di scendere in politica e ho risposto che prima o poi lo farò: è scoppiato il delirio e si va avanti da giorni. Addirittura per alcuni mi sarei candidata come presidente della regione Calabria. C'è chi dice che mi candido con Forza Italia, chi con la sinistra. Volevo tranquillizzarvi: io non scendo in politica, almeno non adesso magari fra qualche anno. Io continuo a fare televisione, ancora per tanto tempo. Non mi sarei mai permessa di candidarmi per la mia amatissima Calabria, perché non sono nessuno, quindi state tranquilli. Ci vediamo domani in televisione, col cuore!

Le parole di Barbara d'Urso sulla politica

Nell'intervista al settimanale Oggi, Barbara d'Urso ha rivelato di aver ricevuto diverse richieste: "Me lo hanno chiesto mille volte. E prima o poi…". Senza scendere nei dettagli e senza fare alcun riferimento ad un partito in particolare la d'Urso ha spiegato: "Votavo per il Partito comunista quando c’era il comunismo, ero di sinistra. Ancora oggi continuo a essere dalla parte del popolo… Mi hanno chiesto mille volte di scendere in politica, prima o poi lo farò".