Barbara D'Urso scende in politica? Non esattamente. Al settimanale Oggi, per l'amico Giovanni Ciacci, la conduttrice di Pomeriggio Cinque e Domenica Live ha rivelato di aver avuto numerose proposte di entrare in politica e che si tratta di un argomento che lei accarezza, ma per adesso non ha intenzione di approfondire: "Me lo hanno chiesto mille volte. E prima o poi…". 

Le parole di Barbara D'Urso

L'intervista è confezionata sotto forma di alfabeto "personale", come se fossero le cose che contano per lei a partire dalla lettera A fino alla Z. La A, appunto, di "amore" ma anche di "attenzione":

Attenzione alle regole per uscire insieme da questo incubo. La classifica dei valori nella vita per me è: al primo posto i figli, al secondo a pari merito la famiglia e l’amicizia, che viene prima di qualunque fidanzato… In questo momento non c’è nessuno che mi fa battere il cuore, però lo vorrei. Ed è un momento dove ho un “sacchissimo” di corteggiatori. Penso che presto prenderò una decisione.

Barbara D'Urso e la politica

E sulla politica, Barbara D'Urso rivela di aver votato in passato per il Partito comunista: "Ero di sinistra". E sulla dichiarazione che è stata cavalcata da numerosi giornali scrive:

Votavo per il Partito comunista quando c’era il comunismo, ero di sinistra. Ancora oggi continuo a essere dalla parte del popolo… Mi hanno chiesto mille volte di scendere in politica, prima o poi lo farò.

Le parole sul trash e su Striscia la Notizia

Barbara D'Urso ha anche raccontato una storia inedita, un aneddoto molto divertente su Pippo Baudo: "È uno scoop: io ho visto Pippo Baudo in mutande". E racconta: "Una volta sono entrata nel suo camerino per parlare di lavoro e le sarte lo stavano vestendo". Regina del trash, secondo Striscia la Notizia, Barbara D'Urso parla anche di Antonio Ricci e della presenza fissa nella rubrica I nuovi Mostri: "Mi massacra, sono sempre ai primi posti dei suoi “Nuovi mostri”, ma gli voglio bene e rido".