In queste ore, è giunta la notizia dell'attentato contro i militari italiani in Iraq. L'esplosione di un ordigno ha coinvolto una pattuglia della Task Force 44, composta da personale del 9° Reggimento ‘Col Moschin' e del Gruppo Operativo Incursori della Marina militare. Cinque militari sono rimasti feriti. Tre sono gravi ma sembrerebbero non essere in pericolo di vita. Fabio Fazio ha rivolto loro un pensiero all'apertura di ‘Che tempo che farà', striscia che anticipa il Tg2 e il programma ‘Che tempo che fa‘.

Le parole di Fabio Fazio dopo l'attentato in Iraq

Fabio Fazio ha dato il via a ‘Che tempo che farà' quasi in punta di piedi. Il conduttore ha spiegato che in serate come questa, in cui delle famiglie stanno soffrendo e vivono con apprensione l'attesa di notizie dall'Iraq, è difficile fare il mestiere dell'intrattenitore: "Fatemi dire solo una cosa, doverosa e sincera: il nostro mestiere è quello che stiamo facendo, ma questa è una di quelle sere in cui è più complicato viste le notizie che sono arrivate circa i nostri militari feriti in Iraq che rendono tutto più stridente, mi rendo conto".

Il pensiero di Fabio Fazio è rivolto ai feriti e alle famiglie

I militari feriti sono stati tempestivamente caricati a bordo di elicotteri USA e sono stati portati in ospedale dove hanno ricevuto le cure necessarie. Il generale Nicola Lanza ha comunicato che, purtroppo, a uno dei soldati coinvolti nell'attentato è stato necessario procedere con l'amputazione della gamba, un altro ha riportato gravi danni al piedi, mentre uno dei feriti ha delle lesioni interne. Fabio Fazio si è rivolto alle famiglie dei feriti e ha espresso loro, la sua vicinanza: "Consentiteci, quindi, di salutare i nostri militari e le loro famiglie, e tutti gli altri impegnati nel mondo. Grazie, vi siamo vicini".