Domenico Lucano, sindaco di Riace, è stato arrestato questa mattina. L'attore Beppe Fiorello, gli ha espresso la sua solidarietà: "Non va più difeso, va amato come lui ama il prossimo". Di recente l'attore ha girato la fiction ‘Tutto il mondo è paese‘ che racconta proprio il modello di accoglienza dei migranti attuato dalla cittadina calabrese.

L'arresto di Domenico Lucano, sindaco di Riace

Come si legge nel comunicato diffuso dalla Procura di Locri, all'alba di oggi – martedì 2 ottobre – i finanzieri del Gruppo di Locri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Locri, che dispone gli arresti domiciliari nei confronti di Domenico Lucano. L'accusa è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Le indagini si sarebbero concentrate sulla gestione da parte di Lucano dei finanziamenti erogati dal Ministero dell'Interno e dalla Prefettura di Reggio Calabria al Comune di Riace per l'accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo politico. Secondo quanto riportato, il sindaco avrebbe anche organizzato "matrimoni di convenienza" tra i cittadini di Riace e donne straniere con lo scopo di farle rimanere sul territorio italiano. Domenico Lucano sarebbe incorso in "irregolarità amministrative" e "illeciti penalmente rilevanti" per realizzare il progetto di accoglienza dei migranti.

Beppe Fiorello solidale con Domenico Lucano

Beppe Fiorello di recente ha girato la fiction ‘Tutto il mondo è paese', incentrata proprio sul modello di accoglienza dei migranti attuato a Riace e sulla volontà di Domenico Lucano di investire su una comunità multietnica. L'attore, appresa la notizia dell'arresto del sindaco, si è detto solidale con lui:

"Mimmo Lucano crederò in te più di prima. Qualcuno si porterà sulla coscienza la vita di un uomo straordinario, io lo so che Mimmo non sopporterà questa vergogna, ora cerco parole per difenderlo ma mi rendo conto che non va più difeso, va amato come lui ama il prossimo.

La fiction su Riace bloccata dalla Rai

Lo scorso mese, Beppe Fiorello si è sfogato sui social chiedendo alla Rai spiegazioni circa la mancata messa in onda della fiction ‘Tutto il mondo è paese'. La Rai, tramite un comunicato, ha fatto sapere che il progetto non era stato bloccato ma solo sospeso in attesa del verdetto della magistratura su Domenico Lucano:

"Non esiste alcun blocco della messa in onda. La fiction è stata semplicemente sospesa dal palinsesto in quanto, come da tempo è noto, al sindaco Lucano è stato recapitato un avviso di garanzia da parte della Procura di Locri per alcuni presunti reati collegati alla gestione del sistema di accoglienza. Non appena la magistratura comunicherà le sue decisioni finali in merito all’indagine, il Servizio Pubblico adotterà i provvedimenti conseguenti".