Giovedì 26 marzo, Rai1 proporrà agli spettatori la fiction ‘DOC – Nelle tue mani‘. Luca Argentero interpreta un dottore che si risveglia dopo aver ricevuto un colpo di pistola alla testa e ha perso ogni ricordo degli ultimi 12 anni di vita. La trama è ispirata a una storia vera, quella del primario Pierdante Piccioni. L'emergenza Coronavirus in Italia ha fermato la produzione di diverse serie tv. Tra queste c'è anche DOC. Ne ha parlato Argentero nel corso della puntata di ‘Domenica In' trasmessa domenica 22 marzo.

DOC – Nelle tue mani: prime 4 puntate dal 26 marzo, le altre in autunno

Luca Argentero, in collegamento dalla sua casa in Umbria, ha spiegato a Mara Venier che da giovedì 26 marzo, gli spettatori vedranno le prime 4 puntate della fiction ‘DOC – Nelle tue mani'. Il gran finale – dunque le restanti 4 puntate – andranno in onda in autunno:

"Noi stavamo finendo di girare e poi come tanti siamo stati colti da questa emergenza. Abbiamo le prime quattro puntate pronte e poi in autunno ci sarà il gran finale di stagione. È una storia vera e incredibile. Ho avuto la fortuna di conoscere Pierdante Piccioni e la sua storia. È un primario che lavora tra Lodi e Codogno. Nella realtà ha avuto un incidente, nella fiction Andrea Fanti riceve un colpo di pistola alla testa e perde 12 anni di memoria. Questa perdita di memoria ha due conseguenze, una personale e l'altra professionale: i suoi bambini nel frattempo sono diventati degli adulti, da un punto di vista professionale invece deve ricominciare tutto dal principio. Si ritrova a essere un semplice aiutante. È la storia di un uomo che ricomincia".

Quindi ha concluso: "Il lavoro del medico è una vocazione. La fiction sottolinea anche l'importanza di prendersi cura degli altri". 

Luca Argentero diventerà papà tra poche settimane

Luca Argentero sta affrontando l'isolamento come tutti gli italiani. Al suo fianco la compagna Cristina Marino che presto diventerà mamma per la prima volta. Mancano poche settimane al parto. L'attore ha raccontato a Mara Venier:

"Vivo vicino Città Della Pieve. Ho questa fortuna di aver deciso qualche anno fa di vivere con un pezzo di terra. In questi giorni è sicuramente molto d'aiuto. Diventerò papà tra poche settimane, devo dire che avremmo voluto vivere questo momento in un'atmosfera un po' più serena. Però è anche una cosa che ci proietta verso un futuro bello e radioso. In questo momento non c'è niente di più bello che la vita. Sarà una femminuccia. Non abbiamo ancora deciso il nome. Siamo combattuti. Ciò che so per certo è che essendo una femmina, sono fregato".