UPDATE 07/04/2021: la nota di ArcelorMittal che spiega le motivazioni della contestazione disciplinare e sospensione cautelativa.

Apprezzare una serie televisiva può essere ritenuto un giusto motivo di sospensione dal lavoro? Eppure è quello che sarebbe successo ad alcuni operai dell'acciaieria ex Ilva di Taranto. Come riporta Repubblica, i lavoratori si sono visti recapitare da ArcelorMittal una contestazione disciplinare. Il motivo sarebbe collegato alla fiction Svegliati amore mio, diretta da Ricky Tognazzi e Simona Izzo e interpretata da Sabrina Ferilli, Ettore Bassi e Francesco Arca.

Il motivo della contestazione disciplinare

Alcuni operai dell'acciaieria di Taranto hanno condiviso sui loro profili Facebook, un post con il quale si invitava a seguire con attenzione la fiction di Canale 5 "Svegliati amore mio". Nello stesso messaggio, inoltre, sarebbe stato rimarcato il dramma dei bambini che negli anni passati sono stati costretti a respirare i veleni emessi dall'acciaieria Ilva. Inoltre, avrebbero espresso la loro profonda indignazione ricorrendo anche a parole dure come "vergogna" e "assassini". Così, la dirigenza ha ritenuto opportuno intervenire e tramite il responsabile delle Risorse Umane, Arturo Ferrucci, ha precisato che attualmente l'acciaieria risulta rispettare i limiti di legge delle emissioni. Quindi ArcelorMittal ha richiesto la sospensione immediata degli operai perché venuto meno il rapporto di fiducia tra il lavoratore e l'azienda.

La nota del sindacato Usb

Il sindacato Usb di Taranto (Unione Sindacale di Base) non ci sta e con un post pubblicato su Facebook è intervenuto a difesa degli operai. Ecco quanto si legge nella nota firmata dal coordinatore provinciale Franco Rizzo:

"Contestazione disciplinare di ArcelorMittal. Continua la durissima repressione in fabbrica, contestazioni disciplinari per coloro che hanno pubblicizzato la messa in onda della Fiction Svegliati Amore mio! Alcuni lavoratori pubblicano sul proprio profilo Facebook uno screenshot che invita a vedere la fiction interpretata da Sabrina Ferilli “Svegliati amore mio” e, per questo, l’azienda gli manda una contestazione disciplinare a firma di Arturo Ferrucci, Responsabile delle Risorse Umane nonché delfino di Lucia Morselli, nella fabbrica tarantina, con immediata sospensione dell’attività lavorativa, interdizione ai luoghi di lavoro e richiesta di giustificazioni entro 5 giorni".

La nota prosegue: "ArcelorMittal Italia accusa i dipendenti di aver messo in cattiva luce la gestione dello stabilimento, anche se nella serie Tv non si fa riferimento ad ArcelorMittal e/o comunque i fatti riportati sono relativi a circa dieci anni fa, quindi eventualmente alla gestione dei Riva. Non è la prima volta che ArcelorMittal tenta di mettere il bavaglio ai lavoratori che, a questo punto vengono privati anche della possibilità di avere e condividere un’opinione in merito agli effetti acclarati, in ambito sanitario e ambientale. Gravissimo il continuo tentativo di volere a tutti i costi alimentare un clima di terrore all’interno dello stabilimento. Intervenga il governo con i Ministri Giancarlo Giorgetti, Andrea Orlando e Invitalia batta finalmente un colpo, se si vuole veramente fare una discussione seria, va cacciato chi come la Morselli & Company, con comportamenti vigliacchi e fascisti, continua a provocare odio e disperazione sul territorio e nelle famiglie dei dipendenti".

La reazione di Ricky Tognazzi e Simona Izzo

La reazione di Ricky Tognazzi e Simona Izzo non si è fatta attendere. I registi si sono schierati saldamente al fianco degli operai che rischiano il licenziamento. Simona Izzo ha spiegato: "La notizia sgomenta. Il tg Puglia annuncia che alcuni dipendenti sono stati sospesi dal lavoro per aver fatto un post su svegliati amore mio. Ha dell'incredibile". Ricky Tognazzi, che in un'intervista rilasciata a Fanpage.it aveva spiegato perché la serie tv non è stata ambientata a Taranto, ha espresso la sua vicinanza agli operai: "Solidarietà ai lavoratori Arcelor Mittal di Taranto".