Mercoledì 4 novembre ha debuttato la terza edizione di All Together Now, il talent show condotto da Michelle Hunziker, tornato in una veste completamente rinnovata e con una giuria di qualità composta da quattro esperti artisti: J-Ax, Anna Tatangelo, Rita Pavone e Francesco Renga. Ad aprire le danze è stato Antonio Marino, vocal coach napoletano di 38 anni che ha raccontato la sua storia in una clip prima di salire sul palco.

La storia di Antonio Marino di All Together Now

All Together Now rappresenta per me la mia ultima occasione”, ha raccontato Antonio in una clip registrata prima di salire sul palco. Dopo decine di provini, è arrivata per lui la grande occasione di farsi conoscere e raccontare la sua storia:

Sono Antonio Marino, ho 38 anni, sono napoletano e nella vita faccio il vocal coach. Vivo di musica. All Together Now è il mio nuovo inizio. Un anno e mezzo fa pensavo che non avrei più potuto cantare, Avevo deciso di fare una ecografia alla tiroide e lì scoprii che avevo un carcinoma al quarto stadio. Sono stato operato d’urgenza. Quando mi sono svegliato parlavo normalmente, non avevo avuto danni alle corde vocali, però non riuscivo a cantare. Ho avuto uno shock. Non sapevo se avrei continuato a vivere perché non ce l’ho un piano B. Ma piano piano ce l’ho fatta.

Antonio Marino totalizza 100 punti, il risultato più alto

Con i voti combinati del muro e della giuria di qualità, Antonio ha totalizzato 100 punti, il punteggio massimo assegnato agli artisti in gara. A differenza delle precedenti edizioni, quest’anno il muro assegna un punteggio che la giuria può confermare, accrescere o ridurre. Ma Antonio non ha timore del confronto con la giuria: “Mi sento come se fosse l’ultima volta che canto, ma non perché ho paura. Io non ho più paura. Adesso che posso cantare di nuovo sono la persona più felice del mondo”.