Anna Valle smentisce una fake news circolata sul suo conto riguardante un presunto problema di salute, specificando inoltre in modo definitivo di non avere profili social attivi. L'attrice, di recente protagonista della fiction Vite in fuga, ha parlato in un video inviato alle testate italiane, per fare chiarezza una volta per tutte.

Il videomessaggio di Anna Valle

Dunque, chi la segue sui principali social network sarebbe fan di semplici profili fake: "Ciao a tutti", ha spiegato la Valle, "Mi trovo qui per ribadire un concetto molto importante, cioè che non posseggo nessun profilo social. Quello che alcuni di voi stanno seguendo sul web è soltanto un profilo falso. Non ci sono profili autorizzati né in modo ufficiale né in modo ufficioso da me, in nessun modo". Quindi, ecco la smentita più importante, quella di una presunta malattia cronica che la affliggerebbe da anni. La fake è nata probabilmente da una vecchia intervista a Ok Salute del 2011 in cui la Valle parlava di sindrome del colon irritabile, che di recente alcuni siti hanno riproposto ingigantendone la portata e parlandone come di "malattia cronica senza soluzione".

E poi c'è un'altra notizia falsa che riguarda la mia salute. Si dice che io soffro di una patologia. Non è assolutamente vero. Per mia fortuna godo di ottima salute, che in un momento drammatico come questo non è una cosa da dare per scontata e neanche da trattare così superficialmente.

Anna Valle protagonista di Vite in fuga

L'attrice ex Miss Italia è stata una delle eroine della fiction Rai del 2020 con Vite in fuga, un successo da 4 milioni di spettatori a puntata conclusosi il 7 dicembre. Al suo fianco, un super cast composto da Claudio Gioè, Giorgio Colangeli, Francesco Arca, Barbora, Bobuľová, Pierpaolo Spollon, Marco Cocci e Ugo Pagliai. La storia ruota intorno a una famiglia costretta a cambiare vita e a nascondersi: quando la polizia lo sospetta dell'omicidio di un collega, Claudio decide di cambiare identità insieme alla moglie e ai figli grazie all'aiuto di un agente segreto, per scoprire così l'identità del vero assassino. Per chi ha perso la serie, è possibile recuperarla integralmente sul sito di Raiplay.