Anna Pannocchia, attrice comparsa in alcuni film di Maccio Capatonda, ha partecipato alla puntata di Live – Non è la D'Urso del 6 ottobre per raccontare la sua storia all’interno del talk dedicato agli artisti che hanno cambiato vita. Qualche settimana fa, la caratterista aveva lanciato un appello all’attore affinché torni a farsi vivo dopo anni di silenzio. Aveva inoltre chiesto di essere aiutata a trovare un lavoro, dopo avere perso il suo impiego da commessa a causa di un forte esaurimento nervoso. Di fronte alle telecamere di Live, ha raccontato di vivere producendo bigiotteria:

Ho avuto 4 esaurimenti nervosi forti e ho perso anche l’altro lavoro che avevo, facevo la commessa in un grande magazzino. Ho esaurito le giornate di malattia a causa degli esaurimenti e hanno dovuto licenziarmi. Mi ero messa in aspettativa ma non sono più tornata. Quando mi sono ripresa ho cominciato a dipingere ma nel frattempo avevo perso amici e conoscenti anche nell’ambito della televisione. Non ho più lavorato e non so nemmeno perché è accaduto. Mi va bene qualsiasi lavoro. Adesso produco gioielli che una mia amica vende nei mercatini. Ho lavorato con Maccio Capatonda per 10 anni

L’appello di Riccardo Signoretti

Riccardo Signoretti, direttore del settimanale Nuovo, ha lanciato per Anna Pannocchia un appello. “Questo è un caso dove il lavoro nel mondo dello spettacolo può essere considerato un hobby. Questa sera possiamo approfittarne per lanciare un appello affinché tu trovi un lavoro vero, non per le comparsate in tv” ha dichiarato apertamente, convinto della necessità di non illudere la donna, anche considerate le sue condizioni di salute: “La vocazione fa rima con frustrazione, non ci fai la spesa. Qui va trovato un lavoro vero, come per tanti illusi. Anna Pannocchia non potrà mai sfondare nel mondo dello spettacolo, ha avuto le sue esperienze e può farlo per hobby. Può cercare piccole comparsate”.

Maria Teresa Ruta, rimasta senza lavoro dopo anni tv

A consolare la Pannocchia, tra gli altri, c’era Maria Teresa Ruta, altro storico volto della televisione italiana. La conduttrice ha raccontato di essersi ritrovata nella medesima situazione, improvvisamente senza lavoro dopo anni di tv: “Non c’è un perché, a me è accaduto 3 volte nell’arco di questi 39 anni che improvvisamente sono rimasta a casa. Ho presentato un programma tutti i giorni per anni e mi sono ritrovata improvvisamente a casa senza avere nulla di fare. La depressione in quei casi è dietro l’angolo. Questo è un mestiere che illude”.